matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Archive for the ‘gatto’ Category

Manuale per gatti – seconda parte

with 12 comments


Istruzioni fondamentali
per i gatti che amministrano una casa


CIBO
Per avere le energie per giocare, dormire, fare le fusa ed essere d’intralcio tutto il santo giorno un gatto deve mangiare. Mangiare comunque è solo metà del divertimento. L’altra metà è procurarsi il cibo. I gatti hanno due modi per procurarsi il cibo: convincere un umano che stanno morendo di fame e devono essere nutriti, ADESSO!, o procurarselo da soli. Quando gli umani mangiano, assicurati di infilare la punta della coda nel loro piatto mentre non stanno guardando. Non mangiare mai il cibo dalla tua ciotola se puoi rubarne dalla tavola. Non bere mai dalla tua ciotola se il bicchiere di un umano è pieno abbastanza da poterci bere. Devi cacciare qualcosa soltanto se vuoi farlo notare agli umani. Gli avanzi sono delicatezze che gli sfortunati umani non sanno gustare. È fuori discussione infangare la propria dignità chiedendo troppo insistentemente e con troppa ruffianeria il cibo, come fanno invece i cani. Esistono però diverse tecniche per ricordare agli umani che tu esisti. Alcune di queste sono: saltare in grembo all’umano più morbido e cominciare a fare le fusa, rimanere disteso tra la cucina e la sala da pranzo, far finta di morire di fame e strusciarsi contro le gambe degli umani che mangiano mentre miagoli insistentemente.

LE PREDE
Porta sempre a casa le tue prede. Assicurati di pasticciarle per bene, perché le viscere sono piacevoli al tatto. Lasciale, se possibile, proprio di fronte alla porta di casa. Visto che gli umani non guardano quasi mai dove mettono i piedi, ci cammineranno sopra. Ogni tanto, però, ricordati di portare le tue prede in casa ancora vive e lasciale scappare sotto il divano o in cucina, così gli umani potranno imparare la difficile arte della caccia. Abbi pazienza e aiutali, sono terribilmente imbranati.

CANI
Mostrati sempre spaventato dai cani di fronte agli umani. Così loro si sentiranno dispiaciuti e ti prenderanno in braccio per confortarti. Metti in scena questo grande spettacolo e portalo avanti per tutta la vita.

DENTRO E FUORI
Siediti davanti a una porta fissandone la maniglia. Quando ti aprono la porta, prenditi tutto il tempo che vuoi. Dài uno sguardo intorno, girati indietro. Guarda fuori, guarda dentro. Non devi decidere velocemente. La maggior parte degli umani ti terrà aperta la porta finché non prenderai coscienza dell’andamento del terreno e della direzione in cui soffia il vento. Per un vero divertimento, dopo parecchi minuti rientra nella stanza, quindi guardali come per chiedere: “Perché stai tenendo la porta aperta?”

DORMIRE
Come già detto, un gatto, per accumulare abbastanza energia per fare il gatto, deve dormire abbondantemente. Non è difficile trovare degli ottimi posti per dormire, qualsiasi luogo dove gli umani siedono va bene, specialmente se il colore del vestito dell’umano contrasta con quello della tua pelliccia. Se è sotto i raggi solari o vicino ai tubi del riscaldamento è anche meglio.

AFFILARSI LE UNGHIE
È necessario che i gatti usino qualsiasi cosa sia di proprietà di un umano per affilarsi le unghie. Attento però, gli umani sono molto protettivi con le cose di loro proprietà e potrebbero picchiarti o inseguirti con foga ove ti cogliessero sul fatto. Sii silenzioso e fallo quando non ci sono. Se sei un gatto da esterno, gli alberi fanno precisamente al caso tuo. Inutile dire che affilarsi le unghie sugli umani è sommamente sconsigliato.

LETTIERA
Mentre usi la lettiera, assicurati di buttare fuori più sabbietta possibile. Gli umani amano sentire la sabbietta dei gatti fra i piedi. Rifiutati anche di usare la lettiera a meno che non sia assolutamente pulita. D’accordo, uno o due pezzetti si possono tollerare, ma se è veramente sporca, protesta facendo un piccolo mucchietto proprio VICINO alla lettiera. Così impareranno!

PELI OGGI, PELI DOMANI
Se ti pulisci, assicurati di portarti via un po’ di peli. Tenta di lasciarli in un posto dove sei sicuro che qualcuno si siederà presto. Questo ti assicurerà una bella spazzolata. La maggior parte dei gatti sonnecchiano mentre vengono spazzolati. È molto meglio che venire pettinati.

UMANI
Gli umani hanno 3 funzioni primarie: nutrirci, giocare con noi e farci le coccole, e una secondaria: pulire la nostra lettiera. È importante mantenere la propria dignità quando gli umani sono nelle vicinanze, in modo che capiscano chi è il padrone. Gli umani hanno bisogno di essere ben educati, puoi riuscirci con successo se inizi quanto prima e ti dimostri comprensivo verso di loro.

RE DEL CASTELLO
Ricorda sempre che tu sei il proprietario della casa, quindi accomodati ovunque ti senta comodo. La biancheria (soprattutto se appena lavata e stirata), i piani di lavoro della cucina e le vasche da bagno sono posti eccellenti per dormire.

 
 
Annunci

Written by matemauro

09-02-2010 at 22:14

Pubblicato su gatto

Manuale per gatti – prima parte

with 15 comments

Sono usciti nuovi filmini firmati Simon’s Cat; non potevo farmi sfuggire l’occasione di postare qualche altra cosa sui gatti! Ecco dunque la prima puntata…

 

Istruzioni fondamentali

per i gatti che amministrano una casa

PORTE
Non lasciare mai porte chiuse nella tua casa. Per aprire una porta appoggiaci le zampine e spingi. Dopo che hai aperto una porta che dà sull’esterno, rimani sulla soglia e pensa a tutto ciò che ti può venire in mente. Questo comportamento va seguito particolarmente durante la stagione fredda, mentre piove o durante un invasione di mosche.

BAGNI
Accompagna sempre gli ospiti al bagno. Non devi fare nulla, basta sedersi e osservarli.

MODO DI CAMMINARE
Balza frequentemente davanti agli umani che camminano e blòccati, specialmente sulle scale, mentre portano qualcosa di fragile o se il pavimento è scivoloso. Ciò li aiuterà a migliorare il loro equilibrio.

SONNO
Di notte, dormi sempre sopra un umano, in maniera che non si possa muovere.

GIOCARE
Dormi molto durante il giorno per avere abbastanza forze per giocare la notte. È importante mantenere in ogni momento la propria dignità. Se dovessi avere un incidente durante il gioco, come per esempio cadere da una sedia, léccati subito con aria indifferente una parte del corpo, come per dire “volevo proprio fare così”: questo trucco inganna sempre gli umani.

GIOCHI DEI GATTI
Gli umani vorrebbero farti credere che quei cosi sotto le coperte sono i loro piedi e mani. Ti stanno mentendo. In realtà sono topini del letto; pare che siano i più gustosi e teneri tra tutti i topi, anche se nessun gatto è mai riuscito a catturarne uno. Voci ricorrenti affermano che soltanto con un attacco rapidissimo puoi immobilizzarli per il tempo sufficiente a infilarti sotto le coperte e catturarli. Tu potresti essere il primo gatto a catturare un topino del letto!
ATTENZIONE: giocare troppo può causare l’espulsione dal letto o addirittura dalla camera. Se l’umano diventa nervoso e si arrabbia, tu inizia immediatamente a fare le fusa. Questo atteggiamento dovrebbe permetterti di farlo riaddormentare.

GIOCATTOLI
Ogni piccolo oggetto è un giocattolo potenziale. Se un umano tenta di confiscartelo significa che è un Buon Giocattolo. Trascinalo sotto il letto. Fa’ mostra di essere oltraggiato quando l’umano lo prende e lo porta via. Guarda sempre dove viene messo, in modo da poterlo rubare più tardi. Ecco alcuni giocattoli da gatti:

COSE LUCCICANTI: chiavi, monete o cristalli devono essere nascosti cosicché un altro gatto o un umano non possano giocarci. Sono eccellenti per giocare a hockey sui pavimenti lisci.

COSE MORBIDE: o lunghe e filamentose come stringhe delle scarpe, collane d’oro e centrini sono anch’essi ottimi giocattoli. Sono i preferiti dagli umani che li trascinano in giro per farteli acchiappare. Quando un filo è sotto un giornale o un tappeto diventa magicamente un topino del giornale/tappeto che deve essere ucciso a tutti i costi.

BUSTE DI PLASTICA: all’interno delle buste di plastica si nascondono i topini delle borse. Sono piccoli e mimetizzati così bene che è difficilissimo vederli. Ma puoi sentire il rumore frusciante che fanno muovendosi all’interno della busta. Qualsiasi attacco, incluso lo squarciamento della busta, dev’essere effettuato per ucciderli.

(continua)

Written by matemauro

06-02-2010 at 10:58

Pubblicato su gatto

Sonetto al gatto sotto casa

with 27 comments

gatto

Er gatto sotto casa

C’ho ’n gatto sotto casa, bbianco e nero,
’sti ggiorni se ne sta a rosolasse
a ’r zole[1], senza paura d’abbruciasse
e dde fini’ anzitempo a ’r cimitero.

“Ciccio!” lo chiamo io famigliarmente,
“Vvie’ a l’ombra! Ma nun zenti che callaccia?[2]
Su, bbevi, attaccate a ’sta boraccia!”
Lui me guarda (vo’ fa’[3] l’indifferente)

co’ ’n occhio solo, sembra ’nteressato,
ma ppoi richiude l’occhio e bbonasera!
Er gatto appisolato è ’na bellezza:

pare da ’r monno ’ntero[4] isolato,
ma abbasta che je cambia l’atmosfera
ché lui veloce ce se raccapezza![5]

[1] Se ne sta a rosolarsi al sole.
[2] Vieni all’ombra! Non la senti che afa?
[3] Vuole fare.
[4] Dal mondo intero.
[5] Si rende rapidamente conto della situazione.

Questo sonetto è dedicato a Tamango, la signora dei gatti; se andate a leggere questo suo post, capirete quanto ami i gatti e quanto della sua vita sacrifichi per loro…
Non è escluso che sia il primo di una serie dedicata a questo splendido animale; dunque le altre mie amiche gattare non si sentano offese…  ce ne sarà per tutte!
P.S. La foto non è del gatto sotto casa mia, purtroppo; in questi giorni non si fa vedere… ma appena lo becco, lo immortalo e piazzo la sua foto!

Written by matemauro

13-07-2009 at 22:55

Pubblicato su animali, gatto, poesia, roma

Aiutiamo i nostri amici felini

with 4 comments

L’amica passatorcortese chiede aiuto per una colonia di nostri amici; come possiamo rimanere sordi? Cliccate qui e vedete come potete essere utili. Grazie!

Written by matemauro

29-09-2008 at 15:22

Pubblicato su altruismo, animali, gatto

Citazioni sui gatti – 5ª parte

with 25 comments

Photobucket

Non c’è nulla di più dolce del sentimento di pace che infonde il gatto quando riposa. E non c’è nulla di più vivace della sua natura quando è in movimento.
(Christopher Smart)

Amare un gatto significa apprezzare la natura. I gatti scelgono chi amare e non dipendono da nessuno.
(Michael Fox)

Un gattino giocherellone, con le sue capriole e i suoi modi da tigre in miniatura, è mille volte più divertente di metà della gente con cui ci tocca vivere in questo mondo.
(Sydney Morgan)

Una delle tante idiozie assurte a dignità proverbiale, e contro le quali la scienza vanamente si batte, è l’opinione che i gatti siano falsi. Sulla faccia di pochi animali il conoscitore può in ogni momento leggere così chiaramente lo stato d’animo come nel gatto: si capisce sempre ciò che gli passa per la testa e sempre si può sapere quel che ci si deve attendere da lui il prossimo istante.
(Konrad Lorenz)

I gatti non dimenticano mai nulla. Il loro cervello è molto meno ingombro di questioni non essenziali rispetto a quello umano.
(Paul Corey)

Nessun altro animale come il gatto ha sviluppato un rapporto così intimo con l’uomo, senza rinunciare alla sua libertà di movimento e azione. Il gatto possiede un’eleganza e una compostezza che cattura e affascina lo sguardo umano. Alle persone più sensibili piace condividere la stanza con un gatto, incrociare il suo sguardo, sentirlo mentre si struscia in segno di saluto e osservarlo mentre si raggomitola ronfando di piacere su un morbido cuscino.
(Desmond Morris)

Come il cherubino sta all’angelo, così il gatto sta alla tigre e, sebbene oggi si tenda a rovesciare questo rapporto (affermando che sono le tigri a essere una sorta di gatti), resta pur vero che entrambi rappresentano gli estremi di una sola famiglia, l’alfa e l’omega della loro specie.
(Elizabeth Marshall Thomas)

Il gatto assiste alle serate in famiglia come se gli conciliassero il sonno.
(Ramón Gomez de la Serna)

Dormire inseme è un eufemismo quando si parla di persone, ma col gatto equivale a un matrimonio.
(Marge Piercy)

I gatti sono stati messi al mondo per contraddire il dogma secondo il quale tutte le cose sarebbero state create per servire l’uomo.
(Paul Gray)

Una barzelletta:

Nostra figlia era arrivata a casa con un micetto randagio. Il gattino aveva sùbito preso il vizio di farsi le unghie sul divano del salotto. "Non preoccuparti" mi aveva rassicurato mio marito, "gli insegnerò io come disabituarlo al più presto". Per alcuni giorni mio marito con pazienza insegnò al gattino: ogni volta che il gattino graffiava il divano, mio marito lo lasciava fuori dalla porta per insegnargli la lezione.

Morale: nei suoi successivi 16 anni di vita, ogni volta che voleva uscire, graffiava il divano.

E un video:

TV Dinner

 

Written by matemauro

27-08-2008 at 22:27

Pubblicato su animali, citazioni, gatto

Citazioni sui gatti – 4ª parte

with 16 comments

gatti2

Alla mattina me lo ritrovavo con la testa sul mio petto. Appena percepivo la sua presenza mi sentivo in pace. È completamente idiota. La complicità è difficile da spiegare. Il gatto rappresenta la libertà, quello che vuoi essere. Capisce tutte le tue pazzie, ti segue. Quando sei al colmo della felicità c’è sempre un gatto dietro.
(Gérard Depardieu)

Come le grandi sfingi che indugiano attraverso l’eternità in nobili atteggiamenti sulla sabbia del deserto, i gatti osservano tutto senza curiosità, calmi e saggi.
(Charles Baudelaire)

Dio ha creato il gatto per dare all’uomo il piacere di accarezzare la tigre.
(Victor Hugo)

I gatti occupano gli angoli vuoti del mondo umano. Quelli comodi.
(Marion Garretty)

Un gatto arriva sempre quando lo si chiama. A meno che non abbia qualcosa di meglio da fare.
(Bill Adler)

Il gatto: un leone pigmeo che ama i topi, odia i cani e tratta con condiscenza gli esseri umani.
(Oliver Herford)

Ogni gatto riesce sempre a essere la donna più attraente della stanza.
(E.V. Lucas)

Come tutti i nobili, il gatto si diletta nella caccia e nella pesca, ma detesta ogni tipo di esercizio.
(Thomas Brown)

Tra tutte le creature di dio ce n’è una sola che non può essere resa schiava dalla frusta: questa creatura è il gatto.
(Mark Twain)

Anche i gatti in sovrappeso conoscono per istinto la regola principale: quando si è grassi bisogna assumere pose da magri.
(John Weitz)

E ora una barzelletta:

Il signor Pino va al mare con il nipote e la gattina appena regalatagli. Il signor Pino si mette a pescare e il nipotino gioca.
La gattina si tuffa in mare e va lontano, lontano, lontano. Il nipotino piange. La gattina va lontano, lontano… Il nipotino piange a dirotto. La gattina sempre più lontano…
Il nipotino piange: "Zio, zio, valla a prendere, ti prego!" e giù lacrime.
Il cuore dello zio si intenerisce. Si tuffa e nuota, nuota. A un certo punto, sfibrato, non ce la fa più e annega. La gatta intanto è tornata a riva da sola, sana e salva. Morale:
Tanto va la gatta al largo che ci lascia lo zio Pino.

E per finire un cartone animato:

Fammi entrare!

Written by matemauro

27-07-2008 at 22:14

Pubblicato su animali, citazioni, gatto

Citazioni sui gatti – 3ª parte

with 24 comments

gatti9

In casa mia è indispensabile parlare con i gatti… Ci sono un sacco di cose importanti da dire loro, tipo: "giù di lì", "smettila", ecc.
(Beryl Reid)

I cani mangiano. I gatti pranzano.
(Ann Taylor)

Dopo aver rimproverato il proprio gatto, se lo si guarda negli occhi si è afferrati dal tremendo sospetto che abbia capito ogni parola, e che la terrà a mente.
(Charlotte Gray)

I gatti sono creature delicate e sono soggetti a un certo numero di diverse malattie, ma non ho mai sentito parlare di un gatto che soffrisse d’insonnia.
(J.W. Krutch)

Non mi dispiace che il gatto rivendichi un proprio spazio. A meno che il suo spazio non sia il centro della mia schiena alle quattro del mattino.
(Maynard Good Stoddard)

Come medico ho avuto a che fare con tanti malati. Ho visto guarire più persone grazie alla compagnia di un gatto di quanto abbiano fatto tonnellate di medicine.
(Enzo Jannacci)

Io non mi meraviglio affatto quando il gatto fa qualcosa di misterioso, mi meraviglio quando fa cose normali.
(Gino Paoli)

I gatti sono animali verso i quali nutro un grandissimo rispetto. I gatti e i non conformisti mi sembrano i soli esseri al mondo che possiedono una coscienza veramente pratica.
(Jerome Klapka Jerome)

La mia micia Gatta Nera ha partorito dietro la libreria del mio studio. E io non ho più toccato i libri che proteggevano i cuccioli finchè questi non sono stati svezzati dalla mamma.
(Carlo Lucarelli)

I gatti sanno cavarsela da soli, ma a volte hanno bisogno del nostro aiuto.
(Nicholas Dodnan)

Il gatto ha una personalità ben definita e delle esigenze di cui va tenuto conto per vivere in sintonia con lui. Non è una bambola ma è molto complesso, addirittura più complesso della fisica nucleare.
(Roberto Marchesini)

Le persone fanno molta fatica a esprimere la propria personalità. Per un gatto è una cosa facilissima: gli è sufficiente qualche spruzzatina qua e là e la sua presenza, anche nei giorni di pioggia, rimane per anni.
(Albert Einstein)

Il mio gatto è un grosso soriano di nome Mariani. Sono completamente dipendente da lui. Lo porto spesso in montagna con me e lui puntualmente sparisce per qualche giorno. Allora cado in una specie di cupa disperazione finchè non si rifà vivo. Un giorno è stato assalito da un grosso cane e io, senza esitare, ho affrontato la belva per salvarlo.
(Giorgio Bocca)

I gatti dimostrano di avere un’assoluta onestà emotiva. Gli esseri umani, per una ragione o per l’altra, quasi sempre riescono a nascondere i propri sentimenti. I gatti no.
(Ernest Hemingway)

Fin dall’inizio fu chiaro che quando ci sarebbe stato un lavoro da fare, il gatto si sarebbe reso irreperibile.
(George Orwell)

Il gatto vive da solo, non ha alcun bisogno della società, obbedisce soltanto quando lo decide. È convinto che dormire gli permetterà di vedere le cose con maggior chiarezza.
(François-René de Chateaubriand)

I gatti sono semplicemente umani, anche loro hanno dei difetti.
(Kingsley Amis)

Tra gli umani, un gatto è essenzialmente un gatto. Tra i gatti, un gatto è un’ombra che va in cerca di prede nel folto della giungla.
(Karel Čapek)

Written by matemauro

22-07-2008 at 16:03

Pubblicato su animali, citazioni, gatto