matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Archive for the ‘blog’ Category

Evviva!

with 80 comments

Vorrei festeggiare insieme a voi la riconquista della connessione perduta da un po' di tempo…
Che ne dite di un freschissimo Bellini?

Prosit!

Written by matemauro

26-07-2010 at 11:53

Pubblicato su blog

Il Governo contro gli invalidi

with 12 comments

6611-1

Carissimi amici, nella manovra economica presentata dal Governo e attualmente in discussione in Parlamento, sono previste alcune norme che sono volte a risparmiare denaro, ma colpiscono in modo odioso gli invalidi.

In particolare, viene elevata a 85 la percentuale di invalidità necessaria per ottenere l’assegno mensile di assistenza. Per godere dell’assegno sono previste altre due condizioni, oltre a quella sanitaria: risultare inoccupati e iscritti alle liste di collocamento e non superare il limite reddituale annuale di 4.408,95 euro. Un limite molto basso, al limite del ridicolo.

Si crea poi, tra l’altro, un’illegittima disparità fra gli invalidi civili: chi ha la “fortuna” di essere affetto da una patologia singola per la quale è prevista un’invalidità del 74%, avrà l’assegno mensile anche se non raggiunge l’85% di invalidità. Chi è colpito, invece, da due patologie o menomazioni la cui somma dà l’80% non avrebbe diritto a nulla.

Vengono inoltre fissati nuovi criteri per ottenere l’indennità di accompagnamento, irraggiungibili se non ci si trova in stato vegetativo. Ci saranno nuovi esclusi: persone con sindrome di Down, persone che deambulano a fatica e tra mille difficoltà (amputati, poliomielitici), persone che riescono a camminare soltanto con adattamenti, e così via.

Chi mi conosce sa che per motivi personali sono particolarmente sensibile a questo tema. Vi invito perciò a firmare anche voi la petizione online che potrete trovare a questo indirizzo.

Grazie.

[… e grazie a sorgentediluce per la segnalazione…]

Written by matemauro

05-07-2010 at 21:53

Poèsia

with 15 comments

Laoconte

Combatte il mio cuore
 
Son momenti pugnaci
quelli che attraverso;
son giorni e settimane
di voglie contrastanti:
 
ché di scrivere ancora
desiderio n'avrei,
ma la mano e il cervello
non son tutt'or d'accordo.
 
Avvenimenti attuali
con le Spigolature
vorrei commentare;
di personaggi esimi
 
la vita celebrare;
e qualche articolessa
di mia maestra scienza
mi frulla per la testa.
 
Mi manca la tensione,
il vitale elemento,
il principio cardine
di ogni cosa scritta.
 
Combatto dunque, amici,
e ciò vi sia ben noto:
non chiudo questo spazio
che mi (e vi) ha dato;
 
portate ognor pazienza
e dunque perdonate:
l'umil vostro scrivano
ritornerà ben presto!
 
Se ciò non accadrà
mal non gliene vogliate:
sappiate che ha pugnato
con tutte le sue forze…
 
[In testa: Lacoonte e i suoi figli lottano contro i serpenti, scultura greca della scuola di Rodi, I secolo e.v., Musei vaticani]

Written by matemauro

12-06-2010 at 19:45

Pubblicato su blog, poesia

Pausa (con pensierino finale…)

with 23 comments

Photobucket

Amici carissimi, è qualche giorno che sinceramente non ho le forze mentali e fisiche per aggiornare il mio blog e per venire a commentare da voi. L’unica cosa che riesco a fare è rispondere ai pvt, e ringrazio quelli che mi sono con questo mezzo vicini. Mi dispiace tantissimo, perché sapete quanto ci tengo; spero soltanto che quanto prima la situazione migliori e che questo blog possa ritornare “più bello e più superbo che prìa” (cit.) 😀

Vi voglio bene, a tutti!

P.S. Il post doveva finire qui, ma come al solito quando comincio a scrivere mi faccio prendere la mano… 😉 e allora ecco la spiegazione filmata della citazione di cui sopra: il brano più celebre del “Nerone” di Petrolini, che così svillaneggiava il Mr. B. (e i suoi accoliti) dei suoi tempi…
 

Written by matemauro

01-06-2010 at 22:46

Pubblicato su blog

Un’altra cugina…

with 18 comments

svizzeraLa mia famiglia "allargata" s'allarga ancora…
 
Oltre a Titti, che molti di voi già conoscono, ha aperto un blog su Splinder anche sua sorella, nonché ovviamente mia cugina: Giusi…
 
Benvenuta, da parte mia e di tutti i miei amici, Giusi! 
 
Giusi vive in quel meraviglioso paese che è la Svizzera, e aggiungo… se non fosse per gli svizzeri, ma qui Giusi mi darà sulla voce (per non usare il solito francesismo…)
 
Ora, io adoro gli svizzeri, purché non siano svizzeri veraci, e infatti amo i miei zii/zie (italo-svizzeri, anche se ahimé rimasti pochi), i miei cugini (italo-svizzeri), i miei nipoti (svizzeri, ma di discendenza italiana)… insomma s'è capito, no?
 
La mescolanza dei caratteri ereditari è quel fattore che ha permesso all'umanità di evolversi sempre in meglio, altrimenti saremmo rimasti quasi certamente ominidi ancora indecisi se restare sugli alberi o decidersi a scendere nella savana ad affrontare leoni ed elefanti… in barba a ciò che afferma la Lega! (Luigi, ci sei? )

Written by matemauro

07-04-2010 at 21:14

Pubblicato su amici, blog

Grazie a Enzo e Stefania…

with 22 comments

DSCN0076’Na ggiornata a Livata (tiè, la rima puro ne ’r titolo!!!)


’Na ggiornata come quella de ieri
dice che ’sto blogghe nun è virtuale;
s’è creato ’n zentimento personale
che regala a tutti tanti piaceri.

DSCN0103


Chi c’era c’era; e chi nun c’era peggio
pe’ lui! Se sa, l’assenti c’hanno torto,
e pe’ nun esse approdati a ’r porto[1]
mo’ dovranno sopporta’ er dileggio…

DSCN0096


Er magna’ era bbono, li vini de ppiù;
li dorci, che te ’o dico a ffa’[1], squisiti;
canta’, avemo cantato a squarciagola

DSCN0124


co’ l’accompagnamento de mandòla[1];
amiche e amichi se so’ divertiti;
amore mio… mancavi solo tu!

DSCN0121
[1] Cioè, per non essere venuti anche loro.
[2] I dolci, che te lo dico a fare.
[3] La mandòla è uno strumento musicale a plettro, di derivazione quasi certamente araba, che nella tradizione romana è lo strumento tipico per le serenate (come il mandolino a Napoli). Giovanna  Marini ne ha fatto spessissimo uso nei suoi spettacoli.
In realtà Enzo e Maurizio hanno suonato la chitarra, ma per ragioni ritmiche (e rimiche… ) m’è venuto comodo usare questo termine….

Written by matemauro

05-10-2009 at 16:41

Pubblicato su amici, blog, poesia, roma, vita

Scusate l’interruzione

with 41 comments

Photobucket

Dopo lunga e penosa (per me) assenza, causata da un black-out sulla linea dati, rieccomi a voi, amici carissimi!
Spero che abbiate passato un ferragosto rinfrescato da bagni marini, lacustri e fiumani… Qui a Roma ci siamo morti e muoriamo tuttora per l’afa.
Prometto che, se la linea farà la brava, in breve tempo passerò da tutti voi per ringraziarvi e salutarvi degnamente…
Ora che ferragosto è alle nostre spalle, come promesso, basta con le "definizioni alternative" (oddio, qualcuna ancora carina ce l’ho pronta, la metterò in futuro…) e ricominciamo con i post più corposi!
Questa è una breve poesia che m’è venuta di getto ascoltando una canzone inglese (non chiedetemi quale e il cantante, perché non ne ho idea, l’ho sentita casualmente).

Un bacio

Comincia tutto con un bacio
ma i baci sfioriscono
e muoiono
a meno che la prima carezza
non sia sincera.
Un bacio…
Queste labbra che bruciano in un bacio
stanno soltanto imparando a mentire
a meno che la prima carezza
non sia sincera.
Allora stringimi forte a te
e sussurra
parole d’amore sui miei occhi
e baciami dolcemente
e promettimi
che i tuoi baci non sono bugie.
Un bacio…
E mostrami, parlami di felicità!
Perché io so che morirò
a meno che la prima carezza
non sia sincera
… e la nostra lo è stata…

Written by matemauro

17-08-2009 at 12:00

Pubblicato su blog, poesia