matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Incendio nel parco – 8

with 10 comments

Otto
 
I due vengono avvicinati da una guardia carceraria pelata, sulla cinquantina, che li conduce attraverso innumerevoli corridoi, intervallati da cancelli color grigio ferro, comandati elettricamente, che al loro passare si aprono e si richiudono alle loro spalle con un clangore infernale. Numerose telecamere di sorveglianza sono montate sulle pareti, ma a parte il poliziotto che li accompagna, non incontrano anima viva.
 

Dopo una passeggiata che a Valcorvina sembra essere durata un’intera vita, finalmente giungono di fronte a una porta sulla quale c’è un cartello “Sala colloqui”. Arrivati lì di fronte, la guardia carceraria si arresta e fa:
 
– Ecco, il Barattieri vi aspetta qui. Io rimango di guardia fuori, ma state tranquilli, all’interno c’è un dispositivo audio/video di sorveglianza, quindi non correte alcun pericolo…
 
I due entrano nel locale e all’interno, impossibile non notarlo, scorgono un omone, un gigante, appunto il suo soprannome, alto più di due metri, dalle braccia enormi come prosciutti di San Daniele, seduto a un tavolo lungo almeno cinque metri che però, comparato con le dimensioni dell’uomo che vi siede accanto, sembra quasi scomparire.
 
– Buon giorno signor Barattieri, sono il commissario Valcorvina, questo è il giudice per le indagini preliminari, dottor Alberghetti.
 
L’uomo si erge in tutta la sua statura e, dopo essersi asciugato il cranio rasato con un fazzoletto, porge la mano ai due, ostentando un pallido sorriso:
 
– Buon giorno signori, aspettavo la vostra visita…
 
– Ma davvero! E come mai, se posso chiedere? – Gli domanda, quasi stupito, un interessato commissario.
 
– Beh, vede commissario, a volte si hanno delle premonizioni e stanotte ho sognato che due investigatori sarebbero venuti a trovarmi, mi sentivo così solo! – E ridacchia, mostrando i denti incapsulati che brillano, pure alla scarsa illuminazione della stanza.
 
– Effettivamente abbiamo deciso di anticipare il Natale ed essere più buoni quest’anno… e così abbiamo fatto in anticipo il giro delle prigioni per portare doni ai detenuti… – fa sardonicamente il commissario.
 
– E che regalo mi avete portato, commissario? – replica il detenuto, guardando Luca fisso negli occhi.
 
– Una denuncia per omicidio premeditato, se non mi fai cambiare idea. Adesso bando alle ciance, smettiamola di scherzare! Siediti e raccontami cosa hai combinato.
 
A questa affermazione, l’omone sbianca di colpo e, balbettando, risponde al commissario:
 
– Io… non ho fatto nulla, credetemi… ho solo dato da bere a un uomo…
 
– E poi lo hai strangolato e bruciato per far sparire le tracce, vero? – Con noncuranza, Valcorvina inizia a camminare avanti e indietro per la stanza, in modo da far innervosire maggiormente Barattieri.
 
– Io, veramente… non ho… voglio un avvocato, subito!
 
Valcorvina si ferma nel suo andirivieni e improvvisamente saluta l’uomo con la mano:
 
– Va bene, ciao Gigante, preparati a concordare con il tuo avvocato una bella linea di difesa, perché sei nei guai e pure grossi… ciao ciao! – e trascina via l’incredulo Alberghetti, che di tutto l’accaduto ha capito poco e niente.
 
Usciti dalla piccola porta che poi viene subito chiusa alle loro spalle, Valcorvina parla brevemente con la guardia carceraria:
 
– Senti, agente, quanti ne ha picchiati finora il nostro amico?
 
– Beh, commissa’, in soli tre giorni ha procurato una rissa gigantesca, mandando quattro suoi “colleghi” in infermeria, ora ovviamente è in isolamento… fa un po’ paura vero?
 
– Sì, è bruttino il nostro skinhead, ma ho visto di peggio nella mia carriera… grazie di tutto!
 
Usciti dal carcere, evitando accuratamente di passare per la direzione, i due tornano all’Alfetta che li ha accompagnati e fanno ritorno alla sede della squadra mobile. Alberghetti nel frattempo rimette assieme i propri pensieri, quello che ha visto oggi è un Valcorvina che ancora non conosceva, un metodo di interrogatorio che non gli aveva mai visto usare: l’amico è davvero un campione nell’arte dell’investigazione.
 
– Senti Luca – fa il magistrato al commissario –, sei sicuro di essere sulla pista giusta o gli hai soltanto voluto mettere paura?
 
– Vedi caro Mimì, negli anni ho imparato a osservare e a riflettere: la reazione di Barattieri al nostro arrivo è stata chiarificatrice, il Gigante quasi si aspettava un nostro arrivo, perché lui è un violento, ma non un vero e proprio assassino, e quindi temeva che prima o poi l’avremmo scoperto…
 
– Quindi, il caso secondo te è chiuso?
 
– Ma neanche per sogno, caro il mio giudice, siamo appena agli inizi: adesso abbiamo l’esecutore materiale, anche se un po’ maldestro. Io invece voglio il responsabile principale, il mandante, che non è certamente Barattieri, e sono sicuro che se sapremo agire con sagacia e intelligenza sarà lui stesso a dirci chi è. Andiamo adesso, è tardi e voglio tornare a casa…
 
(Continua)

Written by matemauro

20-05-2010 a 19:16

Pubblicato su racconti, valcorvina

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ehi, il mio è il primo commento? non ho nulla da dichiarare, voglio il mio avvocato, qui e subito!Smack

    cugpref

    20-05-2010 at 20:50

  2. @Cugpref: così pare…  Smack a te!

    MauroPiadi

    20-05-2010 at 20:56

  3. O' beccano, o' beccano, sicuro che o' beccano 

    TelemacusRadek

    21-05-2010 at 11:33

  4. Inizia a psicanalizzare l'ispettore…

    donburo

    21-05-2010 at 12:09

  5. Si, continua a piacermi questo commissario.Devo stampare tutto però…uffa…gli occhi protestano nella lettura al pc e ne ho solo due quindi meglio accontentarli. Alla prossima 

    gillian56

    21-05-2010 at 16:28

  6. @Telemacus: speriamo! @Donburo: avrà letto un po' di Freud e un po' di Jung… @Gillian: sì, lo so, leggere molto al pc non è agevole… 

    MauroPiadi

    21-05-2010 at 17:18

  7. Ero rimasta indietro, mi ono letta tre puntate d'un fiato!  Redcats

    redcats

    21-05-2010 at 20:00

  8. Bello bello bello… dai su… dai… andiamo avanti….

    azalearossa1958

    21-05-2010 at 20:29

  9. mi devo aggiornare… : )nel mentre Buon week : )))

    smilepie

    21-05-2010 at 22:47

  10.    ero rimasta indietro, anche io , sto leggendo, tutto, mahhh il gigante, nooo,  i giganti, sono buoni, so' i piccoletti, che so un pò cattivelli, continuo a leggere,  ciao

    penny46

    24-05-2010 at 18:15


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: