matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Il pesto genovose

with 27 comments

Ricetta del pesto (per 4-5 persone): 25 g di foglioline (piccole) di basilico (genovese, mi raccomando!) lavate e ben asciugate, 4 cucchiai di olio extravergine, 2 spicchi grossi di aglio (forte per i palati forti, dolce per quelli un po' più deboli…), 3 cucchiai di parmigiano reggiano, 2 cucchiai di pecorino (ottimo quello romano), 1 cucchiaio di pinoli, qualche grano di sale grosso.
 
Il mortaio a rigore dovrebbe essere di marmo, ma anche quello di legno va ottimamente, soprattutto se già usato in passato (non rilascia sapori sgradevoli); iniziare frantumando (raccomando di non pestare: bisogna fare dei movimenti circolari) l'aglio, poi il basilico insieme al sale; quando il basilico inizia a secernere un liquido verdastro è il momento di aggiungere i pinoli; frantumati quelli, aggiungere i formaggi. Infine, goccia a goccia, versare l'olio e continuare a girare con il pestello fino a che tutti gli ingredienti siano amalgamati.
 
Raccomandazione importantissima: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente e la preparazione va ultimata nel più breve tempo possibile, onde evitare ossidazioni sgradite.
 
Dopodiché, far bollire l'acqua e buttarci un bel mezzo chilo di trenette (o bavette o  linguine, ma – udite udite! – io ho provato anche i bucatini e sono una sciccheria…) e tirarle fuori al dente non buttando l'acqua di cottura.
 
Preparare i piatti avendo cura di mettere in ogni piatto, insieme alla pasta e a un cucchiaio (uno e mezzo-due nel caso dei bucatini, che assorbono di più) di pesto, un cucchiaio di acqua di cottura, che serve ad amalgamare meglio.
 
Per il vino da accompagnarci, la cosa migliore sarebbe sentire Flavio (il nostro sommelier ufficiale), ma se volete il mio parere, io andrei su un rosato (Lacrimarosa Mastroberardino), un rosso leggero (Ciliegiolo delle Cinque terre) o un bianco corposo (e mettiamoci un Donnafugata, così è rappresentato anche il sud estremo).
 
Infine: del pesto potrebbe avanzare, càpita. Non buttatelo e conditeci gli gnocchi (quelli nostri, romaneschi, di patate e farina… una goduria!)

Buon appetito a tutti!

Annunci

Written by matemauro

25-04-2010 a 22:33

Pubblicato su cucina

27 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Sì sì… un pesto alla genovese ci sta proprio bene… direi che è in tema… sì sì!!!!

    azalearossa1958

    25-04-2010 at 21:46

  2. Grazie per la ricetta. Ne avevo proprio bisogno, visto che ho provato tutta sorta di pesto già praparati.Il pesto ce l'ho, di legno.A presto.

    cugpref

    25-04-2010 at 21:54

  3. Le scelte enologiche vanno tutte bene.Io ho preferenze, ma personali: il Bianco delle Cinque Terre o, senti un po', il Montepulciano d'Abruzzo Cerasuolo (rosato).Una ricetta coi … fiocchi!

    sottolanevepane

    25-04-2010 at 22:53

  4. essi..il pesto genovese è ottimo…dopo la batosta di ieri, dillo a quelli della Roma quant'è buono..ahahahahahah!!!(rido per non piangere…)

    luigi7

    26-04-2010 at 07:55

  5. La foto, da acquolina, mostra una cosa che non hai rivelato: prima di buttare la pasta, lessare le patate già tagliate a dadini ed i cornetti. I tempi di cottura previa non li so di preciso, io vado ad assaggio; la quantità dipende dai gusti.. In origine, come spesso accadeva (ed accade) serviva a 'rimpolpare' porzioni altrimenti scarse. Naturalmente la stagione dei fagiolini corrisponde a quella del basilico, no a quelli surgelati. Se sei ospite di un Ligure in Liguria, probabilmente ci berrai insieme il Nostralino. Sennò ci vorrebbe un Gavi o un Pigato o un Vermentino.. ma io, profana, berrei il Muller Turgau. (Anche se in genere amo i rossi)Certo che a quest'ora…Me ne vado a lavorare già ubriaca, ciao!!

    Lillopercaso

    26-04-2010 at 08:56

  6. Confesso ma non mi pento: io trito tutto nel mixer, viene buonissimo e ci impiego un attimo.Riconfesso e continuo a non pentirmi: lo unisco anche alle penne o ai fusilli… sempre buono è.Confermo la bontà con gli gnocchi.Chicca: gnocchetti sardi con pesto mais e gamberetti (quest'ultimi uniti alla pasta nell'ultimo minuto -o due- di cottura)……… trooooooooooppo buoni!!!!!!!! E adesso scomunicatemi pure.

    azalearossa1958

    26-04-2010 at 10:05

  7. … e tu proprio oggi che ho problemi ai denti mi vieni a parlar di pesto! :)ti sei dato alla cucina?

    h2no3

    26-04-2010 at 13:16

  8. Da buon genovese non posso non complimentarmi per il post!!! 🙂 Mangerò delle trenette al pesto proprio stasera… 🙂Un caro saluto ed un grosso in bocca al lupo! Paolo.

    RW2punto0

    26-04-2010 at 15:18

  9. buonooooo, io ho già piantato il basilico, appena è pronto, viaaa, solo confesso che  lo frullo, è bono lo stesso, te lo assicuro.    ciaooooo

    penny46

    26-04-2010 at 19:17

  10. @Azalearossa e Penny: se usate il frullatore, allora perché non comprate i vasetti di pesto già pronti? È esattamente la stessa cosa…  Per assaporare il vero sapore del pesto, va fatto in quella maniera, non mi dite che è uguale perché non è vero!  E poi, Azalea, mischiare il mais (bleah!  non sono una gallina!) e i gamberetti con il pesto… ma che è? Fast food, forse, non certo cucina… @Titti: tu portami il basilico genovese e il pesto te lo faccio io… @Sottolaneve: sapevo che avresti gradito!  Meno gradito magari l'1-2 di Pazzini, ma tant'è… @Luigi: ma te l'avevo detto in tempi non sospetti che quest'anno non c'era trippa per gatti (granata)… @Lillopercaso: la foto non corrisponde alla ricetta, perché non ne ho trovata una che corrispondesse; comunque patate e fagiolini, a mio parere, ci stanno come i cavoli a merenda! Il pesto è pesto e basta, chiedere per lumi maggiori a RW2punto0…@h2no3: figlio mio, ma tu ogni giorno ce n'hai una,,, @RW2punto0: Paolo, non avevo dubbi che ti sarebbe piaciuto il post! Rispondi a Lillo (sopra): patate e fagiolini nel pesto non c'entrano nel pesto originale, diventa un'altra cosa… 

    MauroPiadi

    26-04-2010 at 19:35

  11. Fast food?????????????Assolutamente no!Da provare, credimi! Il pesto pronto? In casa mia non lo digeriamo, continua a riproporsi per tutto il giorno, mentre quello che faccio io no. Vuol dire che un adifferenza c'è, ti pare?

    azalearossa1958

    26-04-2010 at 21:11

  12. ..slurp! Una goduriaaaaaaaa

    alidada

    26-04-2010 at 23:06

  13. Una versione alternativa, da ora che sono di stagione, due o tre pachino tagliati sottile chè addolciscono il sapore del pesto.sherabuonanottebuongiorno

    sherazade2005

    26-04-2010 at 23:12

  14. E' buonissimo…malgrado il mortaio sia il massimo, uso tritare basilico, aglio e pinoli nel tagliere. Ho impararo così, mio nonno lo faceva solo nel mortaio. Gli ingredienti, nella mia zona, restano quelli. C'è chi aggiunge anche un gheriglio di noce. Con patate e fagiolini lo mangiai per la prima volta un decennio fa. I miei figli preferiscono la "burrosità" del frullato.Le trenete,restano a mio gusto, le migliori…poco amate dai pargoli. Cucino anche le lasagne al forno, mescolando il pesto alla besciamella….Di prima mattina…ma che vuol dire…le mangerei …. Stasera ci sarà una cena, ho prepararo il ragù. Buona giornata.

    jouy

    27-04-2010 at 09:20

  15. C

    tamango

    27-04-2010 at 12:02

  16. Brava Shera!Me ne ero scordata, ma anch'io, quando è stagione, aggiungo qualche pachino crudo tagliato a spicchi (è un po' come fare pomodoro e basilico)… bona bona… bella fresca… leggera…. gnammete!!!!!!!!

    azalearossa1958

    27-04-2010 at 12:26

  17. …dimenticavo, potendo farlo preferirei bere il Vermentino della Lunigiana.

    jouy

    27-04-2010 at 13:10

  18. coltivo sul balcone il basilico e viene buono il pesto …uso la stessa ricetta, ma solo con il parmigiamo, senza pecorino romano. Gli altri ingredienti ..sì.

    tittidiruolo

    27-04-2010 at 13:13

  19. Adoro il pesto… sulla pasta… sul pane… va sempre bene… che fame!!!!!!!! : )

    smilepie

    27-04-2010 at 15:46

  20. Fai che il mio basilico cresca.. e poi haivoglia a pesto.. anche se ci vorrebbe quel bel basilico ligure a foglie piccolissime e profumatissime!

    EllaWinter

    27-04-2010 at 16:26

  21. Eh..no !! Non ci siamo..basta con questi post…ho il frigo vuoto !!!!

    corradovecchi

    27-04-2010 at 16:31

  22. @Azalearossa: se c'è la differenza che dici tu, allora c'è pure tra il pesto pestato al mortaio e quello frullato, ti pare? provare per credere… @Alidada: Oh sissì!!! @Shera: e perché addolcirlo? È tanto buono così com'è! @Jouy: ecco, il tagliere è già più accettabile, perché non riduce tutto a una pappetta… e la noce sì, la conoscevo anch'io, ma al posto dei pinoli… 

    MauroPiadi

    27-04-2010 at 16:38

  23. CINEMA E NON SOLO[..] Con gli amici di cinema sono andata a vedere : USCITA CINEMA: 23/04/2010 REGIA: Alejandro AmenábarSCENEGGIATURA: Alejandro Amenábar, Mateo Gil ATTORI: Rachel Weisz, Max Minghella, Oscar Isaac, Ashraf Barhoum, Michael Lonsdale, R [..]

    tittidiruolo

    27-04-2010 at 16:40

  24. @Tamango: C@Jouy: e vabbe', ma il Vermentino della Lunigiana lo porti tu! @Tittidiruolo: e senza pecorino che pesto è? @Smilepie: hai ragione, va bene su tutto! 

    MauroPiadi

    27-04-2010 at 16:41

  25. @Ellawinter: benarrivata! Sì, il pesto con il basilico ligure è un'altra cosa! @Corradovecchi: e riempilo, allora! @Tittidiruolo: a Roma è uscito venerdì, in settimana ci vado, come potrei mancarlo

    MauroPiadi

    27-04-2010 at 16:46

  26. Grande Piadi o Antonetti Mauro!Bene, spero che tu vada a vederlo…, mi permetti di riportare da me il tuo post su Ipazia ? io lo porto con tutto che l'hai scritto tu ..senza diritti di autore.., se non vuoi cancello.PESTO allora sappulo non solo non ci metto il pecorino romano, ma solo il parmigiano reggiano stagionato, olio extravergine d'oliva toscano, pinoli bio, ma lo trito con il frullino..non lo pesto.ihihihi fatto e mangiato con pasta e fagilini lessati.SPECIALE.gnam gnam

    tittidiruolo

    27-04-2010 at 18:14

  27. Aiaiaiaiaiaiaiaiayyyyyyyyyyyy…..!!!!!!!Ad una fanatìca dì cucìna che per dì pìù ha sposato un recchelino mettì questa rìcetta….?Le trenette… bavette… e se voglìamo andare sul purìsta soprattutto le trofìe… non vanno da sole col pesto… ma sì cuocìono rondelle dì patate e fagìolìnì nella stessa pentola anche se con dìversì tempì…Nella foto che haì pubblìcato sì vedono sìa le patate che ì fagìolìnì…. Il mìglìor basìlìco…? Quello dì Prà e quello dì Recco senza ombra dì dubbìo….E chì compra ìl pesto tìpo barìlla o marche sìmìlì fatto con glì anacardì al posto deì pinolì merìta ìl rogo….

    aps07

    29-04-2010 at 20:27


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: