matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Emergency e Gino Strada

with 31 comments

emergency
È di questi giorni la notizia dell’arresto/sequestro di tre medici di Emergency accusati, nientemeno, di essere “terroristi”. A prescindere dalle risibili affermazioni di ministri ed esponenti di questo nostro (ahimé) governo, vorrei riconfermare cosa è Emergency e di cosa si occupa. Qualche giorno fa, l’amica Giovanotta faceva riferimento a questo libro di Gino Strada (al quale feci gli auguri qui) in un suo post. Io quel libro l’ho letto e lo consiglio, ovviamente… Qui mi piace riportare l’introduzione (di dodici anni fa, ma sembra di ieri, tanto è attuale!), scritta da una persona che trovate spesso citata nei miei post, e che stimo molto. Buona lettura.Prefazione.

La litania più ricorrente dei nostri tempi molli e opachi, pancia bassa nella sinusoide dell’alternarsi dell’umana vicenda, è “non ci sono più valori”. Incontriamo questa litania anche nella variante nostalgico/rinunciataria “non ci sono più ideali per cui battersi”.
Sfruttamento, violenza, guerra, morti, violazioni dei diritti, sopraffazione dei deboli, delle donne e dei bambini, sottomissione dell’uomo e dei suoi valori alle logiche del denaro e del mercato (le uniche ideologie che godono di immunità ideologica) sono sotto i nostri occhi, ma dato che le glorie dello scontro frontale non sono più in offerta speciale, i neurorecettori della sensibilità all’altrui sofferenza paiono essersi atrofizzati.
Ma non era la libertà dell’uomo, la sua irrinunciabile santità, la posta del contendere?E dunque i termini della questione non rimangono in qualche misura radicalmente gli stessi pur nel mutare delle stagioni e delle intemperie? Alcuni lo sanno anche oggi, conoscono la massima prius vivere, deinde filosofari, si rimboccano le maniche e fanno quello che c’è da fare.
Il chirurgo di guerra Gino Strada, specializzato in prestigiose università (curriculum perfetto per una baronia) è uno di questi “uomini con qualità” che hanno poche idee, forse meno che poche, una: risarcire l’uomo ferito e menomato dalla violenza dei suoi simili.
A questa idea dedicano il loro sapere, il loro sentire, la loro azione che non si avvale solo delle sofisticate tecniche della chirurgia clinica, ma di quelle meno codificabili ed esplicabili della chirurgia umana per cui il dolore di un altro essere umano è il loro dolore.
A me che traffico come posso con l’etica dell’ebraismo, Gino Strada ricorda i principi fondamentali dell’antropologia ebraica: noi tutti discendiamo da un solo uomo perché nessuno possa dire il mio progenitore è meglio del tuo.
Ciononostante siamo tutti diversi l’uno dall’altro perché non siamo la semplice replica di un modello, ma un unicum insostituibile che per questo contiene in sé l’umanità tutta. Dunque, chi salva una vita, salva l’intero universo e così progetta la salvezza di noi tutti.
Le mine antiuomo, paradigma di viltà, strumenti di morte proiettati nel futuro delle giovani generazioni che prediligono i bambini perché sono il futuro delle genti, vengono prodotte e disseminate da uomini “decenti” che siedono nelle assise internazionali e commerciate da insospettabili uomini d’affari con dovizia di illustrazioni sulla loro efficacia.
Questi fiori metallici dell’infinita infamia umana, lacerano, accecano, sbrindellano, cancellano parti di vita, creano voragini di antimateria, progettano il non-uomo. Ma è proprio in quelle assenze di carne, di vita, di luce, che l’umanità esprime la sua intimità più lancinante.
In quei luoghi umani violati e negati, i Gino Strada costruiscono l’umanità possibile del futuro, l’unica possibile. I veri valori etici possono nascere solo da una prassi di vita che si misura con i limiti, le passioni, le paure, le ritrosie, l’esasperazione del procedere alla ricerca di sé, nell’altro da sé.
Questo ci racconta Gino nel suo libro, con lo stile necessario di chi racconta ciò che fa e ciò che fa è insieme così anomalo eppure così universale, folle e insieme normale, paradigma esemplare di quello che ogni essere umano dovrebbe ricercare in sé. E il racconto sgorga con asciutta sobrietà e commuove perché è il racconto di uno che sa quel che fa perché fa quello che deve.
Leggere le pagine di questo rude chirurgo di poche parole e molti fatti, fa bene alle funzioni sopite di chi si affida alle litanie. I tempi delle palingenesi rivoluzionarie assolute e totalizzanti sono finiti, ma ci sono luoghi di rivoluzione nei posti più impensati: uno di questi luoghi è sicuramente il bisturi di Gino Strada.
Moni Ovadia.
18 aprile 1998.Contemporaneamente, visto che siamo in periodo di dichiarazione dei redditi e perciò di assegnazione del 5 per mille, io suggerirei (come farò io) di scrivere il codice di Emergency, e ve lo dò pure, così non ve lo dovete cercare…
971 471 101 55
Addendum dell’ultimo momento: casomai vi fosse sfuggita, vi segnalo questa lettera di Gino Strada a Repubblica, dove riconferma cosa è Emergency…

Written by matemauro

15-04-2010 a 21:22

Pubblicato su emergency, strada gino

31 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Gino strada non mi ha mai convinto, lo sai, ma che questa volta sono con lui e con emergency …..

    Francesco071966

    15-04-2010 at 21:24

  2. @Francesco: sì, me l'avevi già scritto e ancora non ho capito perché, ma sono felice in questa occasione di trovarti qui… hai firmato?!?!?! 

    MauroPiadi

    15-04-2010 at 21:29

  3. Ah Maurè………… chi di noi due copia?????????Me tocca stà deppiu' su la notizia, te devo staccà di armeno du' ore!

    passatorcortese

    15-04-2010 at 21:44

  4. @Passatore: Flo', se leggi i commenti da Giovanotta, questo post l'avevo preparato da un po' di tempo… Ne rivendico la primogenitura! 

    MauroPiadi

    15-04-2010 at 21:56

  5. Buona sera Prof!Sono rientrata or ora da stamattina alle 9…………. son cotta!Leggerò domani con calma…. ti spiace?'notte bella bella….!

    azalearossa1958

    15-04-2010 at 21:59

  6. aspé intanto che leggo te lo scrivo.. :)stai seguendo Anno Zero?

    giovanotta

    15-04-2010 at 22:06

  7. letto, grazie Mauro..i Gino Strada costruiscono l’umanità possibile del futuroconcordociao

    giovanotta

    15-04-2010 at 22:13

  8. si, ho firmato!

    Francesco071966

    15-04-2010 at 22:15

  9. "In quei luoghi umani violati e negati, i Gino Strada …" me piace ricordare che spesso dietro questi grandi uomini  si muovono figure silenziose e di determinata  abnegazione come Teresa Sarti, morta un paio di anni fà,  e che di Emergency è stata il motore trainante e per Gino rifemento d'amore.sheranonèsuperfluoricordaresempreCHInonc'èpiù

    utente anonimo

    15-04-2010 at 22:31

  10. @Azalearossa: scusata! @Giovanotta: tutta la prefazione di Ovadia, secondo me, è da incorniciare… @Francesco: bene! @Sherazade: c'è sempre la famosa diatriba, se siano grandi gli uomini o le donne che stanno loro accanto (Pietro e Laura, per dirne una, vero? ), ma tra di noi possiamo anche dire che è un "pari e patta"…

    MauroPiadi

    15-04-2010 at 22:53

  11. Non ho bisogno di leggere altro per sapere chi è Gino Strada!Ho vistol a sua faccia per la prima volta  nela trasmissione televisiva Maurizio Costanzo Show  e non l'ho più dimenticata.Quella faccia era tra il pubblico, e in mezzo al pubblico lui aveva dichiarato qual'era il suo credo, nemmeno questo ho mai dimenticato. Il giorno dopo sono andata a fare un piccolo versamento per Emergency, poca cosa, ma era il mio senso di gratitudine verso quest'uomo .Ora mi sento offesa, quando colpiscono Gino strada, colpiscono anche me, o quella parte di me che vorrebbe essere accanto a uomini come lui per aiutatre l'umanità tutta.Sono credente, a volte una credente incazzata, ma se c'è da pregare per quello che è Emergency, lo farò, e se davvero si può versare il 5 per mille, sarà fatto anche questo anche se…sono soltanto un granello di sabbia di un deserto forse anche minato.

    tamango

    15-04-2010 at 22:58

  12. @Tamango: 

    MauroPiadi

    15-04-2010 at 23:04

  13. Solidarietà incondizionata per Gino Strada e quà chiudo. Ciao Mauretto.

    ozne

    15-04-2010 at 23:20

  14. Gino Strada è scomodo..per tutti….ecco x' va sostenuto, sempre e ovunque…concordo, se l'han dato a Obama il Nobel , a Strada cosa devono dare???

    luigi7

    16-04-2010 at 06:55

  15. ANCHE quest'anno SO a chi dare il mio "5 per mille"!abbraccionec.

    h2no3

    16-04-2010 at 10:14

  16. 5 per mille già da tempo assicurato a emergency.notizia positiva dell'ultima ora: per la manifestazione di domani piazza navona non basta più, si passa a san giovanni.

    pablodepablis

    16-04-2010 at 11:24

  17. @Enzo: va bene Enzino… a presto! @Luigi: credo che a Strada basti la solidarietà di tutti noi, del Nobel non gliene potrebbe fregare di meno… @h2no3: io sono anni che lo faccio! @Pablodepablis: oddio, san Giovanni! Ricominceranno le sfide a suon di zeri sul numero dei partecipanti! 

    MauroPiadi

    16-04-2010 at 11:56

  18. E dei medici non si sa nulla.Né come stiano né dove siano.Almeno così dicevano ieri sera.E non credo neppure per un secondo che questa faccenda non abbia nulla a che fare con il governo o la chiesa.Forse, visto e considerato che siamo in tempo di dichiarazione dei redditi, si è cercato di evitare che tanti 5 per mille finissero ad Emergency per prendere altre strade?Qualcuno una volta disse che a pensar male si fa peccato, ma spesso s'indovina.Ecco, ad essere proprio sincera sincera, spero davvero tanto che non sia una di quelle volte, altrimenti……………….

    azalearossa1958

    16-04-2010 at 14:39

  19. Gino Strada ha tutta la mia ammirazione, perchè, è facile, dire  a parole  aiutiamo gli altri, lui lo fa con i fatti.    ciao ciao 

    penny46

    16-04-2010 at 16:10

  20. Non ho nulla da aggiungere se non….GINO non piace a tutti perchè lo vedono come il solito COMUNISTA mangiabambini……

    jouy

    16-04-2010 at 18:08

  21. E' vero, a tutt'oggi non si sa nulla dei medici.Mauro Hai il libro di Gino Strada a casa?

    cugpref

    16-04-2010 at 21:27

  22. Caro Mauro…La prefazìone di Monì la trovo alquanto noiosa e lunga come tuttì ì mìeì post…Basterebbero poche frasì e parafrasare qualche tìtolo…"Un uomo" dove la Fallacì raccontava la storìa dì Alekos ma che nel caso del nostro chìrurgo dì guerra starebbe per definire un uomo con la U maìuscola…"Fìnchè c'è guerra c'è speranza…" con Alberto Sordì che cì dìpìnge egregìamente ìl cìnìsmo dì tutta la socìetà mascherata da falso buonìsmo al grìdo dì mors tua vìta mea…E per ìl nostro governo tì cìto un fìlm dì Troìsì… "Non cì resta che pìangere…"Chì legge e sì aggìorna sà e potrà solo apprezzare Emergency…Ma purtroppo esìste anche ìl popolo bue….Felìce weekend…

    aps07

    17-04-2010 at 00:27

  23. Gino Strada, Roberto Saviano, che rompipalle ber Silvio!  Redcats

    redcats

    17-04-2010 at 09:01

  24. … in più che si sbattono e si danno da fare là dove c'è il nulla…speriamo bene…ps.Buon week!!!!!!

    smilepie

    17-04-2010 at 09:47

  25. Gino Strada ,agisce con le forti capacità e competenze che ha.Mette un pò paura,ci  dimostra che si può……..se si vuole; per questo è scomodo,scuote le coscienze.Meglio non pensare,non agire e lamentarsi.5 per mille da sempre.

    infine

    17-04-2010 at 10:27

  26. ciao carissimo certo che la destra si agita un bel pò, anche contro sè stessa x fortuna ehe

    phederpher

    17-04-2010 at 14:10

  27. @Azalearossa: già, il sospetto veramente è sorto in testa anche a me… @Penny: e paga pure di persona, quando è necessario… @Jouy: aspetta… mi tolgo l'ultimo ossicino dal dente… @Titti: in formato elettronico, sì! 

    MauroPiadi

    17-04-2010 at 14:30

  28. @Aps07: beh, su Ovadia è questione di gusti, io lo stimo e anche questa prefazione mi pare scritta bene e per nulla noiosa… @Redcats: come tutti quelli che operano per il bene comune e non pro domo sua… @Smilepie: anche a te, Smileina! @Infine: bene, speriamo di essere in tanti a darglielo! @Phederpher: sì, e speriamo che il cane finalmente mangi il cane… 

    MauroPiadi

    17-04-2010 at 14:35

  29. Fatto!  

    Athenaromana

    18-04-2010 at 12:51

  30. liberi!!!!A Che tempo che fasmack!

    giovanotta

    18-04-2010 at 19:20

  31. Non ho mai dubitato.E la mia ammirazione per Emergency può solo aumentare.Purtroppo danno fastidio a qualcuno..Ciao, buon fine settimana.

    sonofuorimoda

    23-04-2010 at 17:50


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: