matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Elezioni regionali 2010

with 15 comments

Questo blog vota e invita a votare per la lista

e a esprimere la preferenza per la capolista
Lidia Ravera, scrittrice e giornalista.

Riporto qui due post dal suo blog, che vi invito caldamente a seguire, anche al di fuori di questa campagna elettorale.

17 marzo 2010

Dunque, a guardarla da fuori la politica è deludente: parolaia, astratta, rituale. Quando non disonesta, autoreferenziale, maneggina. Nel momento in cui tu, cioè io, anima bella come tutti crediamo di essere, ti ci trovi, in qualche modo, coinvolta, che devi fare? Credevi di saperlo. Ma poi ti accorgi che non è così. Vorresti inaugurare un approccio diverso. Per esempio, studiare, chiedere, informarti, fare inchiesta, raccogliere dati, osservazioni, disagi e dolori. Immaginare mediazioni che consentano di risolvere almeno parzialmente problemi. Inventare soluzioni. Produrre alternative… Da che parte incominciare? Organizzi 4/5 incontri, ad altri vieni invitata. Vorresti essere votata, ovviamente. La tua vocina interiore ti sfotte: brava, adesso ti ci metti anche tu, a corteggiare gli elettori. Sei in piedi nel negozio del tuo parrucchiere, Franco, (un calabrese appassionato, partigianissimo, simpatico) attorno a te ci sono una ventina di persone. Le ha convocate lui, per te. Parli. Dici cose in cui credi. Ma appena le dici ti sembrano esercizi di retorica. Le parole sono importanti, le parole non sono niente. Sgranocchi patatine, bevi prosecco e parli. Sei sincera, e sono sinceri quelli che ti rispondono, che parlano con te. Si sente un bisogno condiviso di crederci, che è ancora possibile fare qualcosa. Che si può fare politica, che si può affidarsi a uno/a che ti rappresenterà. E i dubbi? Bisogna lasciarli fuori? Quanti dubbi può sopportare la politica? Questa cura di ottimismo coatto ti farà bene o ti farà male? Certo, niente è peggio della rassegnazione.

10 novembre 2009

 
La violenza contro le donne non è soltanto il marito che torna a casa ubriaco e ti picchia, non è il fidanzato respinto che ti prende a coltellate, o il capufficio che si vendica perché non ti sottometti al suo desiderio. Non è soltanto lo stupratore che ti aspetta nel buio del garage e quando scendi dall’automobile ti salta addosso e si accanisce su di te. È anche tutto questo. Ma è, soprattutto, una costante e strisciante mancanza di rispetto. È lo sguardo che ti svaluta come persona nel momento stesso in cui ti valuta come merce. È lo sguardo che ti disprezza quando non corrispondi ai criteri fissi in base ai quali vengono sottoposte a giudizio le donne: le misure del corpo, la freschezza della pelle, come se la pelle fosse un rivestimento dal quale si giudica se sei scaduta, se sei avariata. La violenza contro le donne è imporre alle donne un modello, pretendere che vi aderiscano. La violenza contro le donne è insita in una società che non ha ancora acquisito un concetto basilare, apparentemente semplice, prioritario rispetto a qualsiasi altro discorso: al mondo esistono due generi, il genere maschile e il genere femminile. Sono differenti, nel corpo e, di conseguenza, nel vissuto, nello sguardo, nel punto di vista, nell’anima. Differenti, ma equipollenti. Cioè: di uguale valore. Meritano la stessa dignità. Lo stesso rispetto. Quando la storia sarà raccontata da tutte e due le soggettività, quella femminile e quella maschile, quando il modello maschile, lo sguardo maschile, il corpo maschile non sarà più protagonista e padrone, vincente e capace di sottomettere e fagocitare ogni diversità, allora vivremo in un mondo civile. E le donne, le ragazze, le bambine, non verranno più picchiate, violentate, uccise da chi pretende di desiderarle, o addirittura di amarle.
Annunci

Written by matemauro

20-03-2010 a 00:36

Pubblicato su elezioni, politica

15 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. e va bene.. votate per chi volete (tranne uno)ma votate!

    giovanotta

    20-03-2010 at 01:04

  2. Ancora per una volta mi dispiace di non essere laziale…

    tamango

    20-03-2010 at 01:24

  3. Ti ringrazio per aver segnalato questo sito, quello che hai riportato qui mi è piaciuto tantissimo, andrò sicuramente a leggere altro.Per quanto riguarda il primo articolo… per il momento continuo a diffidare, forse troppe volte sono stata tradita da persone che all'apparenza mi avevano ispirato fiducia, ci vorrà del tempo, più che altro ci vorranno dei fatti, prima che io mi ricreda.Nel secondo…. anche. Difficile essere ottimisti e sperare che le cose cambino, perlomeno in tempi brevi. E non tanto per colpa degli uomini, purtroppo…. non solo!!!Buona sabato caro Mauro, e grazie ancora.

    azalearossa1958

    20-03-2010 at 08:07

  4. ecco gli svantaggi di non essere romano….. auguri alla tua novella candidata…e auguri alla tua spero futura giovin governatrice..c'è bisogno di aria nuova…(speriamo oggi invece…e non mi riferisco al B.day)

    luigi7

    20-03-2010 at 08:46

  5. Stimo molto Lidia Ravera, così come spero che il Lazio (regione importantissima, non solo perchè fra quelle ancora in bilico) veda la vittoria di Emma Bonino.Il 28 marzo sarà importantissimo andare a votare, per dare un segnale netto e chiaro, in opposizione a questo governo di banditi!

    RW2punto0

    20-03-2010 at 10:31

  6. ci sarò, puoi contarmici!intanto oggi siamo con "8 milioni di baionette" in piazza 😦

    h2no3

    20-03-2010 at 10:59

  7. …magari cambio residenza hihihihi….e voto……sarò qui, ma non potreò fare niente…

    ArtemisiaHate

    20-03-2010 at 11:07

  8. Ho capito perché vuoi darti alla pigiatura…. monellaccio!

    azalearossa1958

    20-03-2010 at 14:56

  9. Il problema è che non si legge, ci si accontenta di sentire il brusio televisivo. E la maggioranza non fa altro che comportarsi in base alle emozioni suscitate da quel brusio.

    Simonedejenet

    20-03-2010 at 16:22

  10. Quoto Giovanotta!  Redcats

    redcats

    20-03-2010 at 19:41

  11. Questo tuo post l'ho letto appena postato e la seconda parte è superba davvero. Ho sentito il vecchio Pannella (radio, ovvio) molto più incisivo ora di anni fa.La piccola polvere oggi ha recitato la preghierina in piazza ed è stata una scena straziante.Roba da matti.un abbraccio.s. 

    xdanisx

    21-03-2010 at 02:32

  12. io il mio invito lo faccio stasera… se fossi nel Lazio nessun dubbio sulla candidatura a presidente della regione, sulla lista lo scoprirai leggendo da me !

    Francesco071966

    22-03-2010 at 15:07

  13.   Stimo  molto la Ravera ed ho letto alcuni suoi, libri.  Grazie del consiglio.C'è bisogno di  aria pulita e nuova.    incrociamo le dita.   salutone

    penny46

    23-03-2010 at 11:45

  14. Anche se ci sarà l'ora legale, saro' a prima a votare!!!!!!!! Non si puo' latitare………… non si puo'  abbandonare la lotta!

    passatorcortese

    25-03-2010 at 23:08

  15. Non vivo a Roma e non potrò votarla, ma Emma Bonino è una persona che stimo tantissimo…..

    corradovecchi

    26-03-2010 at 20:17


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: