matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Il 2 febbraio, Candelora

with 13 comments

faunus
A partire dal giorno delle Calende (il 1°) di febbraio a Roma veniva celebrata la fine del più duro periodo invernale, con tutta una serie di riti che servivano a propiziare il nuovo raccolto e la fertilità, sia del terreno che delle donne; in particolare, il 15 febbraio (che era, prima della riforma giuliana del calendario, il primo mese dell’anno) si celebravano i Lupercalia. In questa celebrazione, dedicata a Faunus Lupercus (una statua del quale è nell’immagine in testa), due ragazzi di famiglia patrizia venivano condotti in una grotta sul Palatino al cui interno i sacerdoti, dopo aver sacrificato alcune capre, segnavano loro la fronte con il coltello tinto del sangue degli animali. Il sangue veniva poi asciugato con lana bianca bagnata nel latte, e subito i due giovani dovevano sorridere. A quel punto dovevano indossare le pelli degli animali sacrificati; con la medesima pelle venivano quindi realizzate striscie (dette februa o anche amiculum Iunonis) da usare a mo’ di fruste. Così acconciati e con le strisce in mano correvano attorno alla base del Palatino percuotendo chiunque incontrassero, in particolare le donne, che si offrivano volontariamente a essere sferzate per purificarsi e ottenere la fecondità. Un altro momento particolare della festa era la februatio, la purificazione della città, in cui le donne giravano per le strade con ceri e fiaccole accese, simbolo di luce.

Naturalmente i cristiani, una volta assunto il potere assoluto, non mancarono di soverchiare, come hanno fatto per tutte le altre, anche questa festa, assolutamente pagana, con una delle loro, e così si inventarono la festa della purificazione, che celebra la presentazione di Gesù al tempio.

Mi sono divertito a raccogliere alcuni proverbi riguardanti questa giornata. Provengono dalle diverse regioni italiane, ma ci sono due sorprese alla fine, una in inglese e una in occitano (una versione dell’antico francese). Quasi tutti hanno lo stesso significato, che è però bifido, come in ogni raccolta che si rispetti. Alcuni proverbi, cioè, affermano che se a Candelora è bel tempo, l’inverno è finito, altri… esattamente il contrario!

E voi, ne conoscete qualche altro?

Cannelora Cannelora
de l’inverno semo fora,
ma si ppiove e ttira vento
ne l’inverno semo drento.
(Roma)

Quando vien la Candelora
da l’inverno xémo fóra,
ma se piove o tira vénto,
ne l’inverno xemo drénto.
(Venezia)

Madona de la sceriôla
de l’inverno sém fôra.
Se ’l piôf o tira vent,
’n del’inverno sem dént.
(Milano)

Se a Candelora xe sol e bora
de l’inverno semo fora,
se piovi o tira vento
de l’inverno semo dentro.
(Trieste)

La Madona Candelora
se la vien con sol e bora
de l’inverno semo fora;
se la vien con piova e vento,
de l’inverno semo drento,
se la ven co’l serenà
l’inverno xe passà.
(Istria)

Per la candlora, o ch’u piov o ch’u neva da l’inveren a sem fora;
ma s’un piov, quaranta dé dl’inveren avem ancora.
(Forlì)

Se nevica o gragnola
dell’inverno siamo fora.
Se c’è sole o solicello
siamo ancora a mezzo inverno.
Se c’è sole o sole tutto
dell’inverno resta il brutto.
(Firenze)

Da Candalora, cu on avi carni
s’impigna a figghjiola.
(Reggio Calabria)

Pa Cannilora a jaddina fà l’ova
Pa Cannilora du ’nvirn sim fora
Pa Cannilora u brascirr fora.
(Palermo)

A Cannelora, a vernate jè sciute fore!
Responne Sante Biase: “A vernate ’ncore trasce”;
Responne a vecchierelle: “Quanne scekoppe a Vecachelle”;
Responne u viecchie Semmejone: “Se vuo’ sta cchiu’ secure, quanne calene i meteture”.
(Campobasso)

A Cannelora
Vierno è fora!
Risponne San Biase:
“Vierno mo’ trase!”
Dice a vecchia dint’ ’a tana:
“’Nce vo’ ’nata quarantana!”
Cant’ ’o monaco dint’ ’o refettorio:
“Tann’ è estate quann’ è Sant’Antonio!”
(Napoli)

A Cannlor u’ nvirn è for,
ma c’ proprij n vuè cuntà,
notr e tant c’ n’ stà!
(Taranto)

Se la piova per la Candelora
de l’inverno semo fora,
ma se la piova e tira vento
de l’inverno semo dentro.
(Massa Carrara)

Candelora chiara, lu lupu se scava la tana.
Candelora la nvernata è fora, e ci la sape ben cuntare, nc’è nu bonu quarantale.
Candelora scura de l’invernu nu tanimu pavura.
Candelora trubba, mese chiaru.
(Salento)

A la chandeliera
lou souleil vai
per valoun e per valiera.
(Cuneo)

Alla Candelora,
dall’inverne sin fora,
ma se en ven fatt ben i cont
sin tel mess belpont.
(Pesaro)

If Candelmas Day be fair and bright
Winter will have another fight
If Candelmas Day bring clouds and rain
Winter is gone and won’t come again.
(Inghilterra)

Se l’ours fai sechà soun nì,
per caranto giourn a sort papì.
Se l’orso lascia asciugare la sua tana
per 40 giorni non esce più.
(Occitania)

Annunci

Written by matemauro

02-02-2010 a 22:59

Pubblicato su roma, tradizioni

13 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. a malapena quello di Cuneo e l’occitano..il resto mi è ignoto…bel post…

    luigi7

    02-02-2010 at 23:08

  2.  brrrr… che brutte usanze.. non credi? 

    alidada

    02-02-2010 at 23:28

  3. freddo pure a Roma oggi…..

    Francesco071966

    02-02-2010 at 23:29

  4. Buona giornata Anna..

    Angelesey

    03-02-2010 at 07:51

  5. la statua ha un andamento sexi con molta carica erotica….che fico….me piace…mhhhh

    chefmarco

    03-02-2010 at 08:04

  6. … detto anche "giorno della marmotta" … 😉 

    h2no3

    03-02-2010 at 09:11

  7. Conosco la versione romana. mia madre la ricordava ogni anno.
    Inutile dirti che le candele della festa religiosa avevano un pò di sacro ed anche il potere pagano di esaudire le richieste di grazia se accese.
    Io le conservo con cura.

    Per il Fauno spaparanzato, concordo con ChefMARCO.
    E’ in posa rilassata e molto sexy. E’ un bel proporzionato maschio…le zone intime potrebbero dare belle sorprese.

    Ma perchè le donne per farsi fecondare hanno da soffrire? Forse all’epoca non c’era Antinori.
    Ave, Mauro.
    scoglionaturi
    te salutant

    xdanisx

    03-02-2010 at 11:18

  8. Mauro, la nostra Wikipedia vivente!!
    oh visto il freddo e il vento mi sa
    che ne l’invermo semo ancora drento!
    ciao!

    giovanotta

    03-02-2010 at 19:11

  9. Mi ero sempre chiesta cosa fosse ‘sta Candelora…redcats

    redcats

    03-02-2010 at 19:14

  10. A proposito di wikipedia, ho pescato questo:

    "Il Giorno della Marmotta (in inglese Groundhog Day) è una festa celebrata negli Stati Uniti e nel Canada il 2 febbraio.La tradizione ha origine da credenze simili, associate con la Festa della Luce (il Candlemas Day) ed il Giorno del Riccio.
    La tradizione vuole che in questo giorno si debba osservare il rifugio di una marmotta. Se questa emerge e non riesce a vedere la sua ombra perché il tempo è nuvoloso, l’inverno finirà presto; se invece vede la sua ombra perché è una bella giornata, si spaventerà e tornerà di corsa nella sua tana, e l’inverno continuerà per altre sei settimane.
    La tradizione statunitense deriva da una rima scozzese:

    (EN)
    « If Candlemas Day is bright and clear, there’ll be two winters in the year. »

    (IT)
    « Se alla festa della luce il cielo è limpido, ci saranno due inverni nell’anno. »

     

    In effetti, una giornata di cielo limpido nell’inverno nordamericano è spesso associata a temperature molto basse.
    Questo tipo di folklore è presente anche in Italia con la tradizione della Candelora, che ha riferimenti culturali simili (seppur senza marmotta)."

    Ciao!

    Athenaromana

    03-02-2010 at 19:21

  11. li ho letti tutti… certo che x alcuni mi ci vorrebbe quasi la traduzione… ; ))))

    smilepie

    03-02-2010 at 21:43

  12. Ma che interessante lavoro di recupero che hai fatto! Complimenti! :)…
    Quanto al freddo…. brrrrr… non si scherza neppure a Genova…

    RW2punto0

    04-02-2010 at 08:04

  13. ..ma ‘n dò stai???

    luigi7

    04-02-2010 at 09:12


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: