matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Valcorvina e il mistero del centro benessere – Cap. 2°

with 18 comments

birraCapitolo 2°

Il primo movimento della sinfonia n. 6 di Čajkovskij echeggia nella penombra del salone, mentre Valcorvina e Giulia, sua moglie, giacciono rilassati sul divano, in uno dei pochi momenti della settimana in cui riescono a stare a casa insieme. All’improvviso, colpi sordi cominciano a rimbombare ritmicamente, sempre più forte. Luca si alza, maledizione!, sempre sul più bello c’è qualcuno che rompe le scatole; si avvicina alla porta d’ingresso, il cui campanello non funziona; da tempo si era ripromesso di sostituirlo, ma si sa come vanno a finire le riparazioni casalinghe, tra lui che fa il poliziotto e la moglie il medico, ambedue a tempo pieno…

Alla porta c’è un suo collega, Stefano Rinaldi, con il quale ha collaborato in un paio di occasioni ed è diventato amico; ha in mano un cartone contenente tre pizze fumanti e un cartone di birre che trasuda, per quanto sono ghiacciate.

– Disturbo? – Con passi veloci il giovane guadagna la cucina, conoscendo ormai a memoria la strada.

Luca si volta, sorridendo: – Fai pure con comodo, eh?!?!?! – e lo raggiunge, seguito subito da Giulia.

I cartoni vengono presto aperti, le pizze divorate e le birre scolate in velocità, mentre i padroni di casa dànno fondo anche alle riserve del frigo per bagnare le ugole assetate. I tre amici passano un’oretta a parlare del più e del meno, poi il giovane dagli occhi azzurro ghiaccio si rivolge al grosso amico.

– Senti Luca, lo so che è domenica ma…

– Cosa c’è di tanto grave, ispettore, da non poter aspettare fino a domani?

Stefano si sposta un po’ indietro sulla sedia, stupito come sempre dall’acutezza del superiore.

– Ecco, uno strana storia… un probabile omicidio avvenuto nel pomeriggio.

– E perché non mi hai avvisato prima?

– È che non volevo disturbarti, so che sei molto impegnato in questo periodo, e poi ancora non è certo che si tratti di omicidio.

Luca lo guarda, incuriosito.

– Cosa c’entriamo noi della mobile, allora?

Rigirandosi la lattina tra le mani, Stefano lo guarda di sott’occhio, quasi provando vergogna per il favore che sta per chiedergli.

– Il fatto è che la principale sospettata è mia cugina Katia, la figlia unica del fratello di mio padre. Mia zia mi ha pregato di fare qualcosa… Guarda, Luca, non ci posso credere, Katia è una ragazza eccezionale, non ci credo che possa essere un assassina!

– Ok, ok. Non preoccuparti. Vedrò cosa posso fare.

– Grazie, capo! È ricoverata al San Giovanni, reparto ustionati.

– Domani andrò a da lei a sentirla, da solo però, come parente diretto risulti troppo coinvolto. Nel frattempo mi faccio mandare il fascicolo.

– Come vuoi tu, grazie.

“In ospedale! E anche piantonata dagli sbirri! Non è possibile che le cose vadano in questo modo! Dopo aver chiamato la polizia mi ritrovo controllata come se fossi un’assassina.”

La ragazza si gira e rigira nel letto, toccandosi la mano fasciata, la sua sarà una notte insonne e carica di pensieri. 

Annunci

Written by matemauro

08-01-2010 a 15:59

Pubblicato su racconti, valcorvina

18 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. perchè non metti il tutto in sceneggiatura?

    AliceDaZero

    08-01-2010 at 17:52

  2. Mi hai fatto venire voglia di pizza! redcats

    redcats

    08-01-2010 at 21:23

  3. sarà il nome? 😉

    a presto leggere il cap.3 ! 

    h2no3

    08-01-2010 at 21:40

  4. ….manco da tempo ed avevo dimenticato quanto bravo sei….ti abbraccio teresa

    lateresa

    08-01-2010 at 22:47

  5. Bella scrittura! Molto scorrevole…:D

    ArtemisiaHate

    08-01-2010 at 22:56

  6. Un altro caso abbastanza complicato per Valcorvina. Staremo a vedere. ciao Mauro.

    ozne

    09-01-2010 at 00:53

  7. buongiorno, è da sceneggiatura ma devi pensare ad un botta e risposta mettendo in parentesi gli atteggiamenti dei protagonisti e i luoghi..
    stringi..stringi…e la fruizione diverrà la sceneggiatura, via i moralismi, via riferimenti perchè spetta al regista il resto.
    ci sono molti concorsi……ti invio pvt.ciao

    AliceDaZero

    09-01-2010 at 07:58

  8. non giornata fastidiosa ma si mette ora, mese, giorno…
    nome della via dove cammina l’anziano…..
    bellissimo il riferimento ai giardini
    ma bastano ora, mese e giorno per la calura….il resto è lo scrivere molto bene…..un libro si pubblica perchè nesuno te lo possa copiare e si fa la sceneggiatura….

    AliceDaZero

    09-01-2010 at 08:03

  9. diavolo,…un bel noir !!
    torno per il seguito!…
    Mauro ce l’hai un ombrello buono?…

    giovanotta

    09-01-2010 at 11:06

  10. vedo che promette bene,  intrigante come al solito.    Valcorvina è sempre alla grande.   ciao  sotto la pioggia

    penny46

    09-01-2010 at 11:48

  11.  ps.  ascolta,  vedo che in fondo hai  il segno di facebook, allora potrei metterlo   ti potresti far conoscere da tanti .    a meno che non l’hai messo tu:            che ne dici?   ciao ciao

    penny46

    09-01-2010 at 11:51

  12. Ma il tuo mistero è chiuso in te!!!!!!!!!!
    Come va a finì facce sapè!!!!!!!!
    Buon sabato e miglior domenica!!!!!!!!!!

    Oidualc

    09-01-2010 at 16:50


  13. Tu non sai cosa sento per Valcorvina, non lo sai, mi spiegherò in seguito.Baci.

    tamango

    09-01-2010 at 22:02

  14. Ma… lui si alza sul più bello solo perché qualcuno bussa alla porta?????? Ma la vita, non é fatta di priorità?????
    Io se c’é Silvio in diretta sul TG4, non mi alzo manco se c’é il terremoto, il maremoto e l’apocalisse!

    VittoriaFeltri

    09-01-2010 at 22:38

  15. Si fà sempre più intrigante me piace…Vedremo che sorpresa ci attende..Un abbraccio e serena domenica..
    Anna..

    Angelesey

    10-01-2010 at 15:01

  16. ma no, Katia è innocente, lo sanno tutti….

    p.s.: Vittoria Feltri anche qui !!!!!

    Francesco071966

    11-01-2010 at 06:45

  17. Pochi dettagli in questo capitolo…

    donburo

    11-01-2010 at 12:57

  18. Letto e mi è venuta voglia di birra…
    Aspetto altre puntate.
    Bene.
    molto bene.
    S.

    xdanisx

    11-01-2010 at 23:51


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: