matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Un importante ritrovamento letterario

with 29 comments

giacomo-leopardi

Dopo accurate ricerche nella casa avita di Recanati, è stato scoperto un manoscritto inedito del poeta Giacomo Leopardi. Frotte di critici e studiosi si sono accinti all’arduo compito di interpretarne il significato. Sembra che quest’ode sia stata scritta subito dopo il celeberrimo canto A Silvia, ma sull’interpretazione i critici sono discordi: taluno arguisce che il poeta si sia voluto divertire a scrivere questo brano in forma ironica, sulla falsariga dei Paralipomeni della Batracomiomachia, con personaggi completamente inventati; altri reputa, invece, che il recanatese abbia avuto un sogno, una sera che aveva mangiato peperoni arrostiti non molto cotti. Un’infima minoranza, infine, sostiene che quest’ode è un falso, abilmente prodotto in epoca recentissima, ma non dice da chi e a quale scopo.
Noi, che per vie fortunose siamo potuti entrare in possesso del manoscritto, crediamo di fare opera meritoria pubblicandolo, sicché ogni lettore si possa formare la propria opinione leggendone il testo originale. Buona lettura.

A Silvio

Silvio, rimembri ancora
quel lettone di tua magion romana,
quando collier e gioielli
con mano lesta mi porgevi,
e io, lieta e pensosa, il grilletto
del mio telefonin premevo?

Suonavan le ricche
stanze, e le vie d’intorno,
al tuo perpetuo canto,
allorché con Apicella intento
cantavi, assai contento
delle ragazze che intorno avevi.
Era il maggio odoroso: e tu solevi
sollazzarti ogni giorno.

Io la Puglia leggiadra
talor lasciando e le sudate terre,
ove ricchi politicanti
di me compravan la miglior parte,
sperando sempre procurar ostello,
porgea gli orecchi al suon della tua voce,
ed alla man veloce
che pesanti buste allungava.
Mirava io banconote,
violette e gialle,
e quinci il tuo pipin, e rabbrividiva.
Lingua mortal non dice
quel ch’io sentiva in seno.

Che nottate fiammanti,
che cantate, che cori, o Silvio mio!
Quale allor mi apparia
il mio futuro opimo!
Quando sovviemmi del tuo scalpo asfaltato,
una risata squassa
il seno mio rifatto,
e tornami a doler di mia sventura.
O Silvio, o Silvio,
perché non mi rendi più
quel che giurasti allor? dove son i denari
ch’allor mi promettesti?

Silvio, pria che l’erbe inaridisca il verno,
da dileggio mondial combattuto e vinto,
scomparirai, qui lo giuro! E non avrai
dell’europarlamento il capo;
non ti molcerà più il core
la dolce lode or del poeta Biondi,
or di color ch’al minister chiamasti;
né teco le scolte in villa
ragioneran d’amore.

Anche perìa fra poco
la speranza mia dolce: all’ostello mio,
che pur bramavo,
rinunciar dovrò. Ahi come,
come infingardo sei,
quante frottole ognor mi raccontasti,
sol perché io te lo menassi!
Questo è il mondo? questi
i posti di lavor, i ponti, l’opre, gli eventi,
onde di voti qui hai fatto il pieno?
questa la sorte delle italiche genti?
All’apparir del vero
tu, misero, cadrai: e con la mano
la villa sarda ed un vulcano spento
mostrerai di lontano.

Annunci

Written by matemauro

25-06-2009 a 12:34

Pubblicato su patafisica, poesia

29 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. … cavolo!

    bella… bella… il Leopardi ha fatto bene a fare il verso alla tua poesia

    salutone

    mircomirco

    25-06-2009 at 11:40

  2. Dicasi originale, non certo però! Come dici tu….un caro saluto.

    SaR

    25-06-2009 at 13:21

  3. Mauro, ma chi è leopardo???? come leopardi??? bah….

    è veramente un capolavoro di satira ad alto livello, un applauso fragoroso dai valsecchi in standing ovation 🙂

    aironedistelle

    25-06-2009 at 13:29

  4. Leopardiamo il leopardabile!

    Pralina

    25-06-2009 at 13:56

  5. un salutino dalla tua splendida città….

    Francesco071966

    25-06-2009 at 14:24

  6. quale afflato lirico promana da questi immortali versi.
    però si sa che la continenza è virtù poco padroneggiata dall’ipotricotico silvio I.

    pablodepablis

    25-06-2009 at 16:10

  7. un tanga… leopardato? :))

    però, mi consenta: prima smettiamo di parlare di questa persona e prim scomparirà dalla nostra vi(s)ta!!!

    h2no3

    25-06-2009 at 18:29

  8. Hai capito che capolavoro letterario rischiava di non venire mai alla luce:)??? Abbraccione!

    hettori

    25-06-2009 at 20:23

  9. Stra-or-di-na-rio 😉

    musicamauro

    25-06-2009 at 21:35

  10. Un giorno il mio professore di matenatica,infastidito dal continuo movimento di mascelle per colpa della gomma americana, sbottò( era di sinistra…): -Smettetela con questo scimmiottismo americano!-
    Ora mi chiedo, perchè una persona così colta come te, dal talento inesauribile, e lo si nota anche da questo tuo ultimo post, si prende la briga di mettersi alla pari con tutti i denigratori di Berlusconi?
    Questo è un tormentone che finirà solo se tutti si prodigheranno di fare meglio di lui dimostrandolo con i fatti e non con il pettegolezzo spicciolo e fuori luogo sempre.Detto ciò solo perchè non ne posso più di leggere di lui anche quanti strappi usa …di carta igienica!
    Per favore, smettetela con questo scimmiottismo tipico di chi non ha altro a cui pensare!
    Scusami, Mauro, ma non ne posso proprio più, volevo evitare ma è giusto a un amico che si possono dire certe cose senza intaccare l’amicizia.
    Bacioni.

    tamango

    26-06-2009 at 08:57

  11. Però…che talento^_^
    buon w.e.

    Erika2

    26-06-2009 at 09:36

  12. ahaha!! .. grande!!
    e m’era parso un po’ strano l’accenno ai peperoni indigesti!.. 🙂
    buon fine settimana !!

    giovanotta

    26-06-2009 at 10:26

  13. Ahahahahahaha! Superlativo!!! Il buon Giacomino non si ricolterà nella tomba per questo! Ma direi che anche la frase di Dante: “Ahi serva Italia , di dolore ostello, non donna di provincie ma bordello…” calza a pennello, anzi ha decisamente precorso i tempi!

    Targhina

    26-06-2009 at 11:43

  14. per il tema tutto ok, oggi abbiamo fatto informatica. E’ uscito un problema da sviluppare riguardante una casa editrice e la gestione dell’invio delle copie agli abbonati alle riviste. Poi c’era da sviluppare una breve riflessione sulla musica che oggi circola i formato digitale e da relaizzare infine una pagina web sul database creato in precedenza.

    T3rminator

    26-06-2009 at 13:34


  15. Bacioni

    tamango

    26-06-2009 at 19:20

  16. Hai superato te stesso! ( e leopardi!) Redcats

    redcats

    26-06-2009 at 21:10

  17. grazie mi hai fatto morir da ridere e ne avevo bisogno, sto da qualche giorno, sempre col marito all’ospedale, finalmente l’hanno operato, spero che martedì, lo dimettono, e avrò, tempo, per riprendere blog e amici, un abbraccio

    penny46

    26-06-2009 at 23:04

  18. prenderlo per i fondelli e renderlo ridicolo è un piacere e come lo sa fare Mauro è superlativo.
    capisco che non ne dovremmo parlare più, però il personaggio si presta alla satira più sfrenata,
    e se ci possiamo fare una risata dopo tanto veleno non c’è niente di male.

    fiorirosa

    27-06-2009 at 00:09

  19. Troppo bella, grazie. Divertente quanto basta e se i risultati sono questi alla prossima cena ti invito a mangiare peperoni poco cotti invece delle solite polpette hahahah!!!
    Ciao Maurè

    ozne

    27-06-2009 at 01:56

  20. E c’è anche attinenza con la batracomiomachia (guerra di topi)……A silvio invece…… guerra di tope.

    ozne

    27-06-2009 at 02:04



  21. Abbraccio**
    Anna…

    Angelesey

    27-06-2009 at 07:32

  22. Magico Giacomino… chissà se c’era già Villa Grazioli ai suoi tempi??? eh eh eh…
    PS. Il commissario Valcorvina è in ferie???

    donburo

    27-06-2009 at 10:41

  23. ri-ciao Mauro .. e scusa se ti ho rubato il titolo dell’altro giorno 😉 ma ci voleva..

    giovanotta

    27-06-2009 at 13:01

  24. Sono Danis sloggata.
    Mia sorella si è divertita moltissimo e…dice che in confronto è addolorata per Michel Jackson…
    Insomma, grazie per questo tuo lavoro di concetto e di letteraria ri-visitazione.
    bacio da noi due.
    G.e S.

    utente anonimo

    27-06-2009 at 15:26

  25. troppo un mito…questa la troveremo nelle antologie?
    Ti ho mandato un commento da casa di mia sorella, che si è sganasciata!
    buonanotte.

    xdanisx

    27-06-2009 at 21:26

  26. tra poco il requiem 🙂

    DiVersi

    29-06-2009 at 00:03

  27. Ammiro Leopardi sempre di più.

    ofvalley

    29-06-2009 at 00:13

  28. Apocrifo, fedifrago, fotografo …

    FlavioRoma

    01-07-2009 at 22:00

  29. Vengo dal blog della Principessa sul pisello.

    Comolimenti alle poetesse ed ai poeti.

    Le Odi saranno sufficienti a decantare le fosche nubi che si addensano sul detentore di delirio di onnipotenza?

    Dalle mie parti un noto proverbio recita ” più alzi me@@a, più ne sarai coperto”.

    Fusse che fusse la volta bbona?

    ciao
    cheyenne

    utente anonimo

    03-07-2009 at 00:51


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: