matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Serial killer

with 22 comments

pistola

Prendo la mira con calma, inquadro bene l’obiettivo, poi aumento la pressione del dito sul grilletto. La vittima si dibatte un attimo, poi cade a terra rantolando.

Non provo nessun genere di rimorso. Sono di ghiaccio, come ogni killer che si rispetti, non tradisco alcuna emozione. Forse dai miei occhi, socchiusi per prendere meglio la mira, trapela un vago senso di soddisfazione, niente più: un guizzo, una luce rapidissima, come il flash di una macchina fotografica.

Mi guardo intorno, mentre riarmo. "E ora, sotto a chi tocca. Niente di più facile. Un lavoro semplice, ma necessario. Una bella ripulita da questa marmaglia che ci assedia ogni giorno. Arrivano a centinaia, ma che dico, a migliaia, e nessuno fa nulla per arrestare questo flusso. Il buon cittadino deve difendersi da sé, quando lo stato non se ne cura."

Un altro colpo, un’altra vittima. "Mi sto divertendo, anche se devo ammettere che la soddisfazione passerà presto. Oggi il problema è quasi risolto, ma domani si ripresenterà, tale e quale. E se non ci fossi io che faccio qualcosa, che dò il buon esempio, tutto svanirebbe nell’indifferenza. Tutti che si lamentano, sopportano, i pecoroni, ma non alzano un dito; magari ce ne fossero di più di persone come me, pronte a sacrificarsi per il bene comune!"

Riarmo, premo il grilletto… e un’altra vittima si dibatte negli spasmi dell’agonia. "A volte mi domando il perché di questo lassismo, questo sopportare e non rimediare da sé. Sembra che tutti dicano: questi parassiti ormai ci sono, altri ancora ne arriveranno, è impossibile porre rimedio. Questo è il modo di ragionare tipico degli smidollati, gente senza nerbo, esseri amorfi, pronti a criticare tutto e tutti, ma che quando è il momento di agire preferiscono rimanere nell’ombra. È bello delegare le faccende sporche agli altri, vero?"

Riarmo, ancora un colpo, altra vittima. "Certo, non fa piacere sporcarsi le mani, ma qualcuno deve pur farlo. In che razza di civiltà viviamo, se siamo disposti a subire passivamente queste aggressioni quotidiane, questo stillicidio di succiasangue, questa invasione di mangiapane a tradimento, questa continua molestia che ci avvelena l’esistenza?"

Mi sposto all’altra finestra della stanza, scruto attraverso i vetri: di fuori c’è il massimo silenzio, così come in casa, mentre le vittime, ignare del loro destino, continuano la vita di tutti i giorni, come se nulla stesse accadendo, all’oscuro del loro tragico fato.

Riarmo, un altro colpo e un’altra vittima.

Mi mordicchio nervosamente il labbro. "Questa operazione di pulizia – ma direi anche di polizia – mi sta venendo a noia; ancora una e poi smetto, almeno per oggi. Vorrà dire che quanto meno questa notte potrò dormire il sonno del giusto. Tanto, non è che oggi possa finire questo sporco lavoro."

Un altro colpo, e l’ennesimo cadavere piomba a terra.  Dandomi un’occhiata intorno, mi stupisco: "Porca miseria, altre due! Mi sono sfuggite, ma adesso provvedo."

Faccio per riarmare, ma inutilmente, ho terminato le munizioni. Mi assale un senso di rabbia, di impotenza e mi sfogo con un urlo:

– Lucia, è finito il flit e ci sono ancora due zanzare in giro!

Annunci

Written by matemauro

16-12-2008 a 23:13

Pubblicato su racconti, umorismo

22 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. adelcico

    16-12-2008 at 23:25

  2. adelcico

    16-12-2008 at 23:25

  3. Questo va bene come spot pubblicitario delle pistole anti-zanzare. Ammiro il tuo stile di scrittura, e sicuramente non sono l’unico… e, per giunta, i racconti col finale a sorpresa li adoro, e non mi stanco mai di leggerli, li rileggo sempre e ci faccio due risate… propongo di scriverne un altro, non appena ti viene l’ispirazione….saluti!

    emanuelecerullo

    16-12-2008 at 23:30

  4. Che giustiziere ragazzi! Una mira infallibile unita a una spietatezza incredibile. Tempi duri per le zanzare:) Buonanotte Mauro, un abbraccione!

    hettori

    17-12-2008 at 01:37

  5. Bel giallino con finale a sorpresa. Divertente, lo devo far leggere ad Alessia che fa un monologo proprio sulle zanzare. Adesso vado un pò a splulciare “le mie opere” per vedere se mi sono perso qualcosa. Ciao Mauro, buon blogging.

    ozne

    17-12-2008 at 13:00

  6. Tolleranza zero con le zanzare… finale a sorpresa… mi hai fregato…

    donburo

    17-12-2008 at 13:09

  7. Mai si è abbastanza feroci contro le zanzare, MAI!!!
    Tu sei stato molto divertente…

    tamango

    17-12-2008 at 14:01

  8. Mi chiamano James,James Bond non Lucia!

    tamango

    17-12-2008 at 14:26

  9. Mi chiamano James,James Bond non Lucia!

    tamango

    17-12-2008 at 14:26

  10. ahahah…..tanto serio quanto divertente!!

    Un abbraccio

    T3rminator

    17-12-2008 at 20:19

  11. e io che pensavo che “serial killer” fosse un assassino che non ride mai !!! :-))

    bravo !

    h2no3

    17-12-2008 at 20:46

  12. da brividi stef

    stefanomassa

    17-12-2008 at 21:40

  13. Rilassante!!! Redcats

    redcats

    17-12-2008 at 22:14

  14. acc…mi hai fregato! ed io che penavo
    ad un mostro assassino! carino il giallino…..

    lateresa

    17-12-2008 at 22:16

  15. Comunque, giudicato da un tribunale di zanzare, il tipo sarebbe sicuramente condannato alla pena capitale: allo ZAMPIRONE ELETTRICO!!!

    ofvalley

    18-12-2008 at 00:45

  16. Molto ma molto carina.
    La brevità rende difficile uno scritto compiuto e stavolta hai depistato tutti con ironia, intelligenza ed inventiva.
    Molto bravo!
    sabina

    xdanisx

    18-12-2008 at 03:42

  17. e adesso con le mosche come la mettiamo sei è finito il flit?!!!
    Serve qualche ciabatta???
    :-)))
    un saluto
    anna

    annacomeme

    18-12-2008 at 15:31

  18. Ah, i ribaltamenti! 🙂

    czedyo

    18-12-2008 at 16:07

  19. buone festeeeeeee!

    Princy60

    18-12-2008 at 16:17

  20. Simpatico. 😉
    Buone feste.

    chichita

    18-12-2008 at 21:29

  21. ciao. behhhh, stavolta hai superato te stesso, mentre leggevo, mi dicevo, be’ ora dirà chi sono le vittime, e in effetti l’hai detto, le zanzare, che te possino, però la suspence c’era tutta. bene allora buona notte senza zanzare ciao ciao penny

    penny46

    18-12-2008 at 22:52

  22. Geniale come al solito!
    Quello che mi crea inquietudine è la foto: detesto stare dalla parte sbagliata di un’arma da fuoco …

    sottolanevepane

    19-12-2008 at 18:45


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: