matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Un racconto

with 23 comments

fila

Corso Chiaravalle 27.

L’altro giorno dovevo espletare una pratica. Qualcuno mi dice: "Corso Chiaravalle 27", sottovoce, con un tono che vorrebbe nascondere o suggerire chissà cosa.

Vado. Un palazzone gigantesco, l’ingresso praticamente nascosto da paninoteche, banche e pizzerie. Un enorme tabellone all’ingresso dovrebbe spiegare dove fare i vari tipi di pratiche. Praticamente nessuno deve fare una di quelle.

Infatti c’è un gabbiotto, sempre all’ingresso, con un uomo dentro. La fila davanti è serpentiforme, ma sembra scorrevole. Mi metto in coda.

Il primo della fila dice all’omino nel gabbiotto: "Ho una multa da contestare".
L’uomo risponde: "Scala A, quarto piano, prima porta a sinistra".

Un altro: "Per riscuotere la pensione".
"Scala D, secondo piano, la porta di fronte".

Una risposta a ogni problema. La coda avanza, consolata, indirizzata. Una consapevolezza si diffonde per l’aria: quell’uomo sa davvero tutto.

Un signore con un trench avana dice: "Problemi di virilità".
"Via della Consolazione 25, citofonare interno 2".

Ancora: "Un thriller non impegnativo".
"I numeri della sabbia, Roger Talbot, Sperling & Kupfer"

Una donna, elegante in un abito da passeggio: "Un posto dove noleggiare dvd".
"Viale Trastevere 253, Blockbuster"

Un bambino con un lecca-lecca in bocca: "L’indirizzo di Babbo Natale".
"Joulupukin Pajakylä -96930 Napapijri -Finlandia".

È il mio turno. So cosa chiedere. Prevedo anche cosa mi risponderà l’omino. E se vi dico la mia richiesta, e se vi suggerisco che le mie storie talvolta finiscono così come sono iniziate, scommetto che lo prevedete anche voi.

"Un’idea per un racconto".

"Corso Chiaravalle 27".

Advertisements

Written by matemauro

06-11-2008 a 14:04

Pubblicato su varie

23 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. 🙂 molto bello! (altre parole suonerebbero superflue)

    czedyo

    06-11-2008 at 14:46

  2. Via della Consolazione… prendo appunti, un giorno può tornarmi utile!!!!

    mircomirco

    06-11-2008 at 14:53

  3. molto carino ! potevi anche allungare il brodo con qualche altro esempio “kafkiano” 🙂

    però da leggere in internet va bene così — bravo !

    h2no3

    06-11-2008 at 15:29

  4. pssss…uomo del gabbiotto, sai darmi l’indirizzo di bred pitt..noooo scherzo, vorrei quello dove si risolvono i problemi della fame, della guerra dell’ingiustizia….simpatica l’iniziativa bacionisssssimi teresa

    lateresa

    06-11-2008 at 15:33

  5. Si, dai, i raccontini mi piacciono tanto ma dimmi quale bus devo prendere per andare da monteverde nuovo a corso chiaravalle 27?

    ozne

    06-11-2008 at 17:05

  6. Mauro, ma siamo telepatici!

    Ieri mattina sono andato in posta e mentre aspettavo mi è venuta una semplice fantasia proprio sulle code, l’ho scritta ma ancora non ho avuto il tempo di trascriverla, il lavoro deve aver la precedenza. Forse la posterò domani.
    Non è curioso tutto questo? Ci è capitata un’idea simile negli stessi giorni, è fantastico!

    Ti abbraccio,

    Bruno

    Bierreuno

    06-11-2008 at 18:53

  7. E il nome di un thriller impegnativo? (già che I numeri della sabbia mi è piaciuto da morire e sto cercandone di simili)?
    salutz

    gabri

    utente anonimo

    06-11-2008 at 20:57

  8. …e i numeri vincenti dell’Enalotto?
    A parte gli scherzi, il tuo racconto mi piace, mi piace, mi piace!

    miettapuntox

    06-11-2008 at 21:15

  9. Scommetto che Edo ci ha già ricavato una delle sue serpeggianti filastrocche.
    Corro a leggere anche lui.
    A domani

    cugpref

    06-11-2008 at 21:20

  10. Nel racconto c’era anche una scheggia di legno: sarà successo raschiando il fondo del barile?
    ;o)

    sottolanevepane

    06-11-2008 at 22:33

  11. Caro Mauro, possiedi il dono del saper raccontare…
    Passare di qui e leggere i tuoi post ha sempre un effetto calmante su di me!

    Un abbraccio.
    annarita

    nereide1

    06-11-2008 at 23:05

  12. a mauro sei grandeeeeeeeeee
    stef
    🙂 grazie x gli auguri stef

    stefanomassa

    06-11-2008 at 23:11

  13. Fortissimo:) Mi hai fatto venire in mente Dino Buzzati del racconto “Sette piani”. Magari ci fosse un posto così! Buona serata, un abbraccione!

    hettori

    06-11-2008 at 23:46

  14. Avevo voglia di leggermi un bel thriller… provo con questo “i numeri della sabbia” in internet ne parlano un gran bene!

    utente anonimo

    07-11-2008 at 00:06

  15. E se chiedo gli arancini di Montalbano mi mandano in pizzeria?
    ciao.
    s.

    xdanisx

    07-11-2008 at 00:56

  16. Per coppie in crisi, va bene Via della Conciliazione?

    xdanisx

    07-11-2008 at 00:57

  17. tamango

    07-11-2008 at 02:05

  18. io abito in Via della Consolazione!!!!!!:D

    ipocondriaca

    07-11-2008 at 09:28

  19. Io gli chiederei una ricetta sicura per far leccare i baffi ai miei ragazzi e non sentirmi più dire: “Ma non sa di niente!!” . O forse dove si fa un corso accelerato per diventare un ottimo genitore…

    Lindadicielo

    07-11-2008 at 11:17

  20. Bellissimoooo!!!!

    T3rminator

    07-11-2008 at 14:46

  21. Sempre geniale. Grazie.

    chichita

    07-11-2008 at 20:40

  22. Mauro the genius! Tra Kafka e Gogol…

    ofvalley

    08-11-2008 at 00:22

  23. Splendido. Via della Consolazione, se non cè, dovrebbero nominarla, togliendo a una strada il nome stupido che già ha.
    Mi viene in mente una battuta su una strada che c’è, “via della Conciliazione”: una strada che si addice all’ufficio pagamento multe…
    🙂

    scaramouche

    08-11-2008 at 09:10


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: