matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Nomi e cognomi d’Italia

with 18 comments

Photobucket

Ritrovo in rete un brano esilarante, che una decina d’anni fa m’aveva già fatto morire dal ridere. Lo so che è lungo, e molti di voi non hanno tempo e/o pazienza. Oltretutto dubito che si riesca ad arrivare fino in fondo in una botta sola. Io la prima volta che l’ho letto l’avrò fatto in almeno dieci puntate, perché ogni poche righe mi dovevo fermare per non soffocare dalle risate. Ma giudicate voi… E per chi non avesse la connessione flat, ecco qui il link (click con il pulsante destro del mouse e poi "salva oggetto come" o simili) per scaricare il file e leggerselo tranquillamente (si fa per dire ), magari in ora notturna e svegliando con fragore di omeriche risate l’intero condominio!

Un piccolo avvertimento: il linguaggio che ne esce fuori non è certo da educande…

Nomi e cognomi d’Italia
di Guglielmo Duccoli, giornalista milanese.

Ce n’è per tutti i gusti … Ti avevo forse già detto di aver acquistato un CD-Rom intitolato "I-info", il quale contiene l’elenco di tutti gli abbonati "Telecom" d’Italia. Aldilà delle più ovvie motivazioni, sbirciare gli elenchi telefonici alla ricerca di nomi cretini o esilaranti è stata, da sempre, la tentazione di molti. Va da sé che questo strumento informatico amplifica a dismisura il parco degli orrori onomastici, aumentando per di più la comodità di ricerca. Ecco cosa siamo riusciti a scovare in un paio d’orette di oziose indagini. Tutti nomi veri, tutti nomi di persone che devono condurre un’esistenza ricca di scherzi telefonici e citofonici. Non ho alterato proprio nulla; tutt’al più mi son limitato ad anteporre i cognomi ai nomi quando l’umorismo lo richiedesse. La ricerca è stata intrapresa, com’è ovvio, a cominciare dagli argomenti scatologici e volgari. Ho fatto così la conoscenza di MARIA VITTORIA FIGA e della complementare signora MARIA VITTORIA CAZZONE. Sono poi incappato in una non ben identificabile WILLIAMS VAGINA (forse una specie di pera vulvare, chi lo sa), in una più graziosa ma non meno stimolante FICUZZA ROSA (ricordiamo in Sicilia il bosco di Ficuzza con annesso paesello, ci siam sempre chiesti come si chiamassero le abitanti), e nella parca ma sincera MONA MODESTA. Venendo (è il caso di dirlo) alle volgarità orali, ecco imporsi il nome di POMPA ADDOLORATA, fellatrice coatta e scontenta, seguito a breve distanza da quelli di COSTANZA POMPA BOCCHICCHIO, LUCIANA POMPA CHIATTI (è l’epoca delle specializzazioni, come vedremo anche in altri casi), POMPA FACCILONGO (quasi una preghiera), GIUSEPPINA SCALPORE BOCCHINO, POMPA IMMACOLATA (contraddizione in termini, direi, come quella incarnata da VIRGINIA ZOMPA, INNOCENZA MARCHETTA e SESSO VIRGINIO), LORENZA POMPINI NANI, GIOVANNA CIUCCIOMINI, COSIMO GIUSEPPE POMPISTA, FATMA MAFALDA BOCCHIN BOLOGNESE (nobile nel nome quanto nella garanzia d’origine controllata). Ed ecco finalmente le SORELLE BOCCHINO (la dicitura specifica "arte del ricamo"…), BOCCHINO DONATO e BOCCHINO FORTUNATO (che insieme fanno un bel proverbio). Conclude il gruppo l’indiavolata signora MARIANNA LINGUA ALETTO e l’instancabile SERAFINA LINGUAGROSSA. Aperta a tutte le esperienze sessuali che conducano al godimento del maschio sembra invece la signora SANDRA SBORRA, accompagnata dalle non meno voraci GIUSEPPINA IMBUTO TESO, ROSA LINGUA SECRETI e VITO INGOIA.

Svelta di mano risulta ASSUNTA SEGA, frequentata assiduamente dal signor FELICE DELLA SEGA; mentre chi si contentasse di un colpetto e via, ecco per lui RENATA BELLA BOTTAREL. Fra le professioniste dell’amore, comunque, spiccano i nomi di ANGELA VACCA, della quieta ma prestante VACCA BONARIA, di MARIUCCIA VACCA REALE (come dire "una vera vacca"), di CARMELINA VACCA STABILE (riceve in casa), di MIRANDA DELLA STRADA e DERNA BATTISTRADA (non ricevono in casa), di TROIA FELICE, dell’economica KETTY PIGLIAPOCO e dell’esosa CARMELA LA VACCA COSTA, di CARLA PORCELLA COGOZZO, di PROVVIDENZA FICAROTTA, di ILEANA COSCIA DESIDERI, di ANGELA RIZZA CICCAZZO e ADRIANA RIZZA TRAPANI, della previdente BRUNA CONDOM, di ERNESTINA COMPIACENTE, di CESIRA TOPA PANTALONI, dell’acrobatica ANNA MARIA CENTOMINI INCANDELA, di CLELIA SERVO TARELLO, della piccante PEPE RINA, della facile ANGELA SCIACQUETTA, di MARIA GRAZIA PAGATA, della navigata CATERINA GROSSO CANALE, di ALMA FREGNA, di ADELE AMPLESSI, di MARIA STRINGILA, di FLORA DELLA PUTTA SEGA, di LADY GODI (sic!), della specializzatissima CESARINA CONTRO SEGA, di POMPEA ZOCCOLO e di ZOCCOLA FELICE, di LUCIA MANGIALOMINI, di SESSO GENEROSO e di MARIA TROIA PECORINA (non bella in volto, mi dicono), di GIOVANNA PECORA ALLEGRA, di INES COPULA, di ANNA INCURVATI, di EMILIA MARCHETTA PIZZASEGOLA: tutte annose conoscenze di altri professionisti del settore, quali PAPPONE FELICE e RENATO BORDELLO. Gusti particolari potrebbero rivelare le signore FRANCESCA TROIA FINOCCHIO e GIACOMINA BACIADONNE, e una sorpresa anche maggiore riservano le grazie di ASSUNTA BELLAFAVA, ANGELA MASCHIO DELLA SEGA, FORTUNA UCCELLONE, ANTONIETTA UCCELLO VISPO e SUSANNA BANANA. Sono ancora incerto se ascrivere nella lista i nomi di ELVIRA VACCA DI MARE e di EVA PORCO PESCE senza chiedere un previo consulto a quelli di "Quark". Si tratta del medesimo imbarazzo che provo dovendo catalogare il nome di MICHELA TROMBETTA BOCALE, senza sapere se si tratti di una chicca erotica, di uno scherno volgare o di un difetto che avrebbe bisogno delle cure di un buon otorinolaringoiatra. E la signora BRUNA LECCADITO GALETTO sarà una buongustaia oppure…? e MARIA CIUCCIOVASINO? e ANNA SPRIZZI D’ORO? e VESPASIANO SCOSCIA? Chi della propria specialità ha fatto addirittura un grido di battaglia è ERMELINDA FRUSTACI, cosi battezzata dal suo cliente piu affezionato, ADELIO MASOC e forse intestataria del calzaturificio partenopeo SADICA IMPORT. GAUDINO CALCIO, DENIS SBERLA, RESI PUGNO FACCIONI, TOBIA PEDATA, MARIA SCHIAFFO: tutti quanti presunti soci della CEFFONI SNC, cui si approvvigiona con regolarità il religioso DON MAURO PICCHIAMI. Mentre SCHIAVO LIBERATO si è da poco affrancato dalle angherie imposte dal DECIMO PADRONE, ANGELO PRIGIONIERO versa tuttora in stato di cattività. Ma CARMELINA TORTURA, dove la vogliamo mettere? e GRAZIA STRAZIO? e CLORINDA TORMENTO? e AGATA TRUCULENTO? e OLGA STRANGOLINO?

Senza parlare delle nequizie profferte da FIORELLA SUPPLIZI, CAROLINA PERFIDIA, SANTA IENA, TORTURO AMORE, BRUNA TRUCE, MARCELLA MALVAGIA, ANTONINA TIRANNO TORTORICI, WANDA FEROCE, JONE GOGNA, ANNA RITA SCUDISCIO, FILOMENA STERMINIO e FILOMENA CAPESTRO, ARISTIDE ATROCE, ISETTA TIRAPELLE METTIFOGO e BRUNO VIOLENTO. E chissà: i clienti di tutte le predette madame potrebbero essere i signori GIUSEPPE MINCHIA, ITALO TROMBAIOLO, il MAESTRO SALVATORE TROMBATORE (il quale dovrebbe rivolgersi, per sicura soddisfazione, alla signora SILVANA TROMBATORE RIZZA), FRANCO PENE nonché tutti quanti i dipendenti, soci ed estimatori della MINCHIOTRINI SRL. Altrettanto qualificato sembra il ruspante ARNALDO MAIALE ANIELLO, seguito dal meno ossessivo parente MODESTO MAIALE. C’è invece chi non si rivolgerebbe mai a una professionista perché contento del proprio ménage matrimoniale, com’è il caso del signor FELICE SCOPACASA. Ma possiamo dire altrettanto del mito del Vesuvio, lo strabordante CIRO ORGASMO? o di AMORINO MANIACO? o di STELLARIO SCHIZZO? GIUSEPPE SCOPANI TROIANI, è ovvio, si serve solo di donne da marciapiede, mentre FRANCO GABRIELE SCOPANO (due fratelli?), LUCIANO ORGIA, DESIDERIO SCOPAZZI, LIBERTINO MARCHETTA, l’inesauribile FELICE TIRALONGO AMORE, il rapido CHIAVONE ESPEDITO ed ERASMO TROIA ABBAGNATO lo seguono a ruota. GAUDENZIO TETTONE, è inutile dirlo, predilige femmine abbondanti come MARIA LUISA POPPA NUDO, NUNZIA ZINNA FICHERA o VIVA CAPEZZOLI (nome d’arte o incitamento, chi lo sa?). FINOCCHIO FELICE e FURIO BELLANO frequentano tutt’altri lupanari, incrociando spesso lo spericolato e avviatissimo GIROLAMAN CULO, un vero asso nelle performance anali, che ama di quando in quando sondare le profondità intestine di BUCO BRUNO e non disdegna le avances effeminate del transalpino JEAN-CLAUDE CHECCA.

Quantunque rimanga pressoché imbattibile, nel pur estroso universo dell’omosessualità, la figura di MASSIMO FROCIONE e quelle classiche di CARLO SUPINO e CARLO PRONO. Gusti ancor più particolari, per i quali gradirei l’opinione di uno psicopatologo ma anche quella di un veterinario, vengono coltivati da ARMELA PISCIONE CONIGLIO, forse di tendenza affine a quella, esecrabile, di MARIA PITALE FICARRA e di ANNA SPRUZZA. Quanto a LUANA PIATTOLI BIZZARRI possiamo immaginare che la sua modesta igiene competa soltanto con la stravaganza delle attività sessuali perseguite da MARIA MORBOSA. Stimo modesta, per contro, la vita sessuale di ANNA CARCIOFO, ADELE SCHIFO, BARBARA RACCHIA, MICHELE BRUTTO CRISTIANO e ROSA BRUTTO PAPARAZZO, JENNY ROSPO GRAVANTE, CARMELA GALLINA COZZA, LEVANTINO DELLA SVENTURA (un improperio degli anni 40, ancorché un nome di pessimo auspicio), GOBBA COSTANTE, GIOVANNI FALLITO, NULLO SCHIAPPA, MARIA NASO GIGANTE, AVERINO TRISTIZIA, GIUSTINA BAVOSA, PIETRO STERCACCIO, FEDERICO MARCIO, TULLIO POCOBELLO, MICHELE FANGOSO, ROBERTO LAIDO, ANIELLO DRAMMATICO, gl’insensibili WALTER FRIGIDO e FIORELLA INERTE, MARIA CRISTINA CIFFONE, l’inconsolabile MASSIMO INFELICE, FRANCESCO DERISO e FIORINDO DERELITTO, SEVERINA LEZZO, ZOPITO PANCIONE, il brusco Maresciallo NATALE BUZZURRO, DOMENICO TANGHERO, i puteolenti ALFIDEO PATTUME, ALDO PETI e CARMINE DELLA PUZZA, GUANO BRUNO, ARTEMIO MALAUGURATI, ANTONIO ZOZZO, GIUSEPPE CATARRO, GRAZIELLA RUTTO GRASSO, GIORGIO CATORCIO, DESOLINA CRIBBIO, AGNESE SOZZO SACCO, ALBERICO IGNOBILE, ANTONIO SCIANCATO, ARISTIDE ATROCE, ANTONIO ORRORE ed EUGENIO ORRIBILE. Un caso disarmante è quello di VERGINE INNOCENTE, ma altrettanto giustificata mi pare l’astinenza esercitata da PLACIDO SALMA e CADAVERE ROSA (ottimo esempio di conservazione), i quali inaugurano il filone cimiteriale assieme con TUMOLO PACIFICO, TUMOLO BENEDETTO, CAMPO SANTO (ne ho contati ben dodici), ITALIA SALMA, LIETA BARA, NIRVANA FOSSACECA, LUIGI CATAFALCO, VITTORIO CREMATO, MASSIMO FUNERALI, MUOIO ADDOLORATA e MUOIO FORTUNATO (chi l’ha detto che la morte ci rende tutti eguali?). Le ragioni della dipartita possono essere tante, come testimonierebbero PASQUALINA FISTOLA, BENEDETTA SCALOGNA, ANGELA SFORTUNA, il Dott. FRANCO PUS, ACCURSIA GELONE MARCIANTE, CONCETTA MALANNO, l’azienda MALATTIA (il testo precisa: "pompe funebri", cosi come esiste la CORNACCHIA ONORANZE FUNEBRI), COLICA ANNUNZIATA (e l’aveva presa sottogamba…), SALVATORE VITO FERITO, NERINA RANTOLI, il Dott. GIUSEPPE AGONIA (tanatologo, suppongo), MARIA PARESI, CRISPINO COMA, GIUSEPPE EMBOLO, FRANCO COCCOLONE, CROCIFISSO SCIAGURA, BRUNO DISGRAZIATI, SAVERIO INCURATO, IRMA ROGNA CAZZOLA, CIRO MORBILLO, AMALIA PARALISI, COREA ALBINA, ANIELLO INVESTITO, CELESTINO DISASTRO, PALMIRA MALORE, EURO TISI, CANCRO AMABILE o SANTI TUMORE, ma tutte portano inevitabilmente a confrontarci con l’aldilà. Dove potremmo avere la ventura di trovarci faccia a faccia non solo con CARMEN MORTE, ma anche con personaggi del calibro di MARCELLO MEFISTOFELE, ANGELA SATANASSI, l’ineluttabile ARCANGELO DELLA MORTE, il diabolico ARCANGELO LUCIFERO, il nefasto IVANO NECROFORO, l’amletico URBANO TESCHIO o il tenebroso Maestro EFREM SATANASSI. ANGELO ALATO e ANGELO PELOSO ci faranno da psicopompi in questo viaggio ultraterreno. Nessuno se la caverà, se non FRANCO AMMAZZALAMORTE, MICHELINO SCAMPAMORTE, FORTUNATO INGANNAMORTE e forse, ma non è cosa sicura, VITA MORTOVIVO. Chi invece la farà franca sarà senza dubbio la quasi incredibile TERESA VAMPIRO DI NATALE (in costante caccia di MARIA SANGUEDOLCE MAGGIORE), che assieme a LUIGI ZOMBI, AURETTA SPETTRI, CARMELA LARVA, IRMA LAMIA, ETTORE DIAVOLETTO, PIERINO MUMMIA, IVANO ALIENO, UGO ORCO, CAROLINA MARZIANO QUATTROCCHIO, GUGLIELMO BASILISCO e SABATO MANNARO forma una bella squadra di mostri, sotto la direzione capace di CARLO INCUBI.

Per dimenticare l’incombere del nostro triste destino, meglio rivolgersi ancora ad argomenti mondani, sotto l’egida del Maestro MARIO PIERO UBRIACO e della sua degna accolita AMALIA TRACANNA. Costoro c’insegneranno l’inane vanità degli affanni speculativi e sapranno indicarci la via dell’oblio, onde si possa raggiungere l’invidiabile stato di chi prima di noi è assurto alla totale insipienza, traendone evidenti stati di beatitudine. Parlo di gente come SCEMA BONARIA, SCEMA FELICE, GRAZIELLA SCEMA PISOLA, SECONDA TONTA (cosi tonta che non e arrivata neanche prima, fra i tonti), TONTO FELICE, FURIO INCOLTO, MICHEL CRETIN, ANGELO TONTODIMAMMA, ROSINA COZZA BUBBA, GIOACCHINO IGNORANTE, BAMBA BAMBA (i casi sono due: o è africana o è bergamasca), SALVATORE DEMENZA, MARIA CAPRA SOAVE, ANTONIO CITRULLO o PIRLA ABBONDANZA. Tutti tipi tranquilli, immuni dall’iracondia che inasprisce l’esistenza di un SALVATORE TRUCULENTO o dalla spocchia che contraddistingue GOFFREDO LASALUNGA e PIO FANFARONE. Lungi anche dalla permalosità di GIOVANNI SACCENTE DELICATO così come dalla cavillosa pignoleria di PE DANTE o dallo sterile intimismo bodleriano che corrompe l’esistenza di NOIA ADDOLORATA. Nel compulsare l’elenco elettronico degli abbonati "Telecom" ci s’imbatte in un nugolo di esseri dai nomi disgraziati e forieri di cattivi presagi. Per esempio, non m’azzarderei a visitare un lebbrosario se mi chiamassi CROSTA BIANCA, mi raderei i capelli a zero se di nome facessi ANGELA PIDOCCHI (e soprattutto eviterei di sposare il figlio di DANIELA SCARAFAGGI, anche se forse il "Raid" mi darebbe un premio).

Preghiamo che il signor EROS PELOSO non sia ipertricotico proprio lì, e se deve avere esperienze di fellazione, che almeno non le abbia con LOREDANA PELO CAIAZZO. Speriamo che CHIAPPA ROSA goda di un bel colorito sano, o che comunque sia meno stucchevole di quello sbandierato da ROSA CONFETTO e, soprattutto, più piacevole di quello troppo, troppo vivido offerto agli occhi da ROSA INTESTINALE. E insisterei perché mio figlio disertasse la scuola se la sua maestra si chiamasse MARIA GASSA SCOLARI. Ma la lista è lunghissima. MODESTA OLEOSA, INCORONATA VOLGARE, il marziale VITTORIO BOMBA TRITAPEPE, CARCIOFALO DIO LIBORIO (un culto misterico che propugna la catarsi tramite deificazione di Ernesto Calindri), AGATINA PECORINO DI NATALE, ANTONIO SOLIDO (che con ANTONIO GASSOSO, RENATO LIQUIDO e SALVATORE LIQUEFATTO incarna tutti gli stati chimici), GIUSEPPE BELLIMBUSTO, l’afrodisiaca ELVIRA DROGA D’AMORE, SALVATORE DILEGGIO, GUERRINO FECI FETONTI, AGNELLO PASQUALE (se ne contano una dozzina, ma temo che la popolazione subisca annuali inflessioni verso marzo-aprile), GUGLIELMINO FORMAGGIO, la pruriginosa (e probabilmente pulciosa) MARIA ROSA CAPRA GRATTAROLA, il negozio di alimentari di BENEDETTO CARIATO (i dolci se li mangia tutti lui e presumibilmente li acquista da STEFANO DEL BON BON), FORFORA FELICE, ITALIA VISCIDO TEDESCO (una profezia per l’Asse), MAURIZIA PORRO PRIMITIVO, PASQUALE INFAUSTO, NARCISO POLMONE, lo spirito agreste di ANGELO DELLA PRUGNA, il men che ordinario SAVINO TERRONE COMUNE, l’inesplicabile CONO DELLA SANITÀ, CANIO PAUROSO, i reiterati MASSIMO MASSIMO, UGO UGO e BENEDETTO BENEDETTO, IVANA IMENE INCERTI (sara vergine oppure no?), ODORE CELESTINO, BIONDO PRIMITIVO e BRUNO PRIMITIVO (diade, questa, che sarebbe piaciuta ad Evola, per la gioia del quale abbiamo in serbo anche una RAZZA OLIMPIA), MAMMA DOLCISSIMA, MASSIMO CONFORTO (una spalla per tutti), GIOVE CIULA (constatazione dal sapore mitologico) e SETTIMO CIULA (che invece sembra un comandamento libertino), BENEDETTO CACCHIO, ITALIA DELLA RAGIONE e OSANNA DEL CITTADINO (che ne sarebbe la legittima conseguenza, se solo la premessa risultasse esatta), MARIA COSCIA TRUFFA e MARIA COSCIA MALINCONICO, SALVATRICE PUZZO CARNEMOLLA, PRIGIONE VILLA CANDIDA (forse un lager per vecchietti), QUINTO NANO (che, seguendo l’ordine alfabetico, credo sia Gongolo. Per pura informazione, i sette nani ci sono tutti e si chiamano CUCCIOLO CATERINA, EOLO ANTONINO, DOTTO ABRAMO, PISOLO GELMINO, MAMMOLO FERNANDO, GONGOLO RODOLFO e, se si concede un maggiorativo ben ripagato dall’astrusità del nome di battesimo che l’accompagna, BRONTOLONE PROCOLO), il pleonastico PESCE MARINO, l’ipocrita AMICABILE SCIPPA FIORI, la macabra ORECCHIO TROVATO, l’omerico PASQUALE NESSUNO, gli iperspecifici ancorché ridondanti ANTONINA FIGLIA DI DIO DI DIO PERO, DAMASA DEL BEL BELLUZ BELLUZ MENDEZ, il Rag. PIETRO ZUCCA GIUCCA GIUCCA e l’assolutamente unico FIORENZO COSCIA E COSCIA DI COSCIA E COSCIA (sic!).

E via cosi: FELICE DEL GOZZO, LIBORIO AVVOLTOIO, MARIA SCASSA FENOCCHIO, GIUSEPPINA DEL GROSSO BARBONE, gli incorreggibili CIRO IMPUTATO, ADRIANO FARABUTTIN, IVO GALEOTTO e GIUSEPPE ERGASTOLO, il Cavalier VITO ORONZIO PERFIDO, NEVA DEL COLLETTO FAMOSO (?), il municipale ANGELO DEL COMUNE, FELICE DEL CORNO, la gelida MARIA DEL CUORE GUERCIO, PANICO VOLONTARIO (amante inveterato di tutti gli sport estremi), PICCOLO AMABILE e MASSIMO GIGANTE, l’equivoco SECONDO CANALE, SALVATORE DEMENZA, DESTINO FORTUNATO, il Dott. PIETRO SCEMPIO, ANNA INDOVINA LA TRIGLIA (forse sorella di "Anna prendi il fucile"), LAURA INCAPACE, GIUSEPPINA SORDA DI GIOIA, MARIA INEVITABILE, ANTONIO INCREDIBILE, REMO LIBERO ASTRUSO, VIOLENTANO RAFFAELLA (speriamo che sia la Carrà), GRAZIA CALUNNIATO MORSICATO, l’autolesionista MARILENA BRUCIATI BELLAGAMBA, la sintetica POLI ESTER, lo scintillante MASSIMO VOLTAGGIO, EMILIA NEGROMANTI IMBRUGLIA (degna di apparire su "Sirio"), il prudente GUIDO PIANO e l’imprudente ROSA INCESTI, la scurissima CARMEN DEL NEGRO DELLA NEGRA cui s’oppone l’eburnea APOLLONIA PELLE IMMACOLATA, MARA LECCACORVI DEL SORDO, l’autosufficiente LUIGI ONAN, COSIMO CODARDO, MARIA LUISA COCCO CUCCA e CHIARA COCCO MELONI, STEFANO STRAVAGANTE, CASTRENZE INDELICATO SPECIALE, l’apocalittica CROCIFISSA URAGANO, BENITO COCCOGLIONITI, BASSO PAGLIACCIO, ERSILIA MENDICO DEL PORTO, l’onomatopeica ROSANNA BUFFO BLIN BLIN, il contraddittorio NUNZIO DEL SILENZIO MASCELLA, il bucolico FIORINO DEL PRATO, il granitico PIETRO MATTONE, l’impareggiabile SIMONETTA MIGLIORE DEL MEGLIO, l’illusoria VITA MIGLIORE SPECIALE, ANGELA DEL SORDO ILLECITO, NELLO ACEFALO (che supponiamo aver perso la testa per GRAZIA BELLISSIMA), CLAUDIA TRITA VITIELLO e NELLA TRITA LE FAUCI, la proverbiale VINCENZA VECCHIO ADAGIO CENTAMORE e la scotta ANNUNZIATA VECCHIO MACCARONE, BESY SPECIALE IMPERIALE (che dev’essere il modello piu costoso di Besy, qualunque cosa sia una Besy), GIOVANNI VECCHIONE BIONDO, CONCETTA LILIANA MAZZA MAMMANA (terrificante poesiola infantile), GRAZIA MAZZA GRAZIA (una faida interiore), BERNARDINA GRANDE QUAGLIA, la triade fiabesca composta da GIUSEPPE DRAGO FERALE, GIOVANNA DRAGO GENIALE e GELSENA DRAGO GENTILE, la volitiva e magnetica ANGELA ASSOLUTISSIMAMENTE CALAMITA, l’iridescente ELIO FOSFORINO, l’ovvia PALLE ROSA, ALESSANDRINA SQUARCIA SPACCAPANICCIA, il gaudioso MILLEVOLTE FELICE, SQUARCIO LIBERATORE (forse una perifrasi per taglio cesareo) e SQUARCIA TRANQUILLO (ah, l’aplomb dei veri serial-killer…), GIUSEPPINA DEL GOBBO RUBICONDO, la brevissima EARE, la nobildonna SEBASTIANA GENEROSA CASTAGNA GENTILE (quasi un annuncio per "Secondamano"), l’iperbolico titolato (quantunque piuttosto anacolutico) MARCHESE GIAN ALERAMO DEL CARRETTO DI PONTI E SESSAME BROVIDA DI E SESSAME, il facilmente contentabile FELICE DEL CANE, MARIA GRAZIA TRUFFA INNOCENTE, CIVITA PROSCIUTTO, SANTO NATALE e BIANCO NATALE, IMMACOLATA SFAVILLANTE MELISSA PAZZIA e GIULIA FOLLIA (entrambe sotto stretta cura del Dott. SANTE NEURONI), il malaugurante NUNZIANTE ZIZZANIA cui fa eco la voce chioccia di GIOCONDO SECONDO GUFO, il tempismo di FIELE PASQUALE, EMANUELE SACRIFICATO, GIOBATTA STRUZZO, gli impassibili ANTONIO IMPAGLIATO, ANTONINO MARMOREO, ANTONIO IMMOBILE, ANTONIO STATUA, ANTONIO ERMA, ANTONIO SCOLPITO, ANTONIO RIGIDO, ANTONIO FERMO, ANTONIO IMPIOMBATO, ANTONIO BALSAMA, ANTONIO INCOLLA, ANTONIO DI CERA (e, perché no, ANTONIO DI PIETRO), la divina DEA ZUCCA DIOLAIUTI, il saporoso GUSTAVO CREMA, l’augusto IMPERO ROMANO, FELICE PACCHIANO, NILO PAPERA e GINO ARACHIDE.

L’intera epopea del fascismo viene rappresentata da una sola famiglia: ASSUNTA BASTONE ORDINE (che incarna gli anni Venti dello squadrismo), GIORGIA BASTONE IMPERIALE (allusiva ai fastosi anni 30 del consenso) e CAROLINA BASTONE MUOIO (evocante il tragico epilogo del ’45); ma c’è anche un SANTO MANGANELLO oltre agli incorreggibili ROMANA FASCIO, BENITO ARDITO, BENITO ARIANO, SALVATORE GIOVINEZZA, FRANCO VINCERE, VITTORIA VINCEREMO, PAOLA ASSE, BENITO LITTORIO, NATALINO FASCISTA, NATALE ROMANO e, naturalmente, BENITA MUSSOLINI (per non parlare dell’alleato ADOLF REICH). E ancora: ERSILIA ASSORBI QUAGLIA, ADULIA VIOLATA, EMILIA STRAPPAGHETTI TOCCACIELI (che crede di assurgere a santità fomentando pogrom e dalla quale starei ben in guardia se mi chiamassi LUDOVICO CREMABILE), AZZO DEL CHIAPPA, il puerile VINCENZO BIMBO MASCIOCCO, l’esoterico PELLEGRINO OCCULTO, ANGELA IMPASTATO LO GRASSO, ENRICO IDIOTI TOZZI, DOMENICA TIRANDOLA (che aspetta il dì di messa per mettersi in ghingheri), l’avventista MARIANGELA PARADISO INCARNATO e l’avventato ARISTIDE IMPETUOSO, RAGIONE BUONAFEDE, BENIAMINO CANAGLIA, il messianico EDIO CE, GIULIA BAMBINI IULIVI, la predestinata RITA CICCIA DI DIO, il nerboruto ERCOLE GORILLA, l’ingombrante GIANCARLO VOLUMINOSO, il maldestro LILLO ERRORE, l’algido TITO SOTTOZERO, il rimato ancorché infallibile sacerdote MONSIGNORE SALVATORE MIGLIORE CACCIATORE, lo squisito EDGAR CACAO, il minaccioso NICOLO DIOLOSA LO CASTRO RIZZO, il morbido divo della pubblicità televisiva COCCO LINO, ARCHIMEDE MISERIA, GUGLIELMO OLOSTRO CIRELLA CIRELLA, l’idrocefala ROSARIA CRAPA SOTTILE, l’utile COMO DINA sotto la quale si nasconde EVASIO VASINO, MARIA PAPPAGALLO OMBRELLA, VITTORIO INVIDIOSO (probabilmente invidioso di GRAZIA INVIDIATA), il memento imposto da MORI REMO, il fastidioso SASSO LINO, la misogina AGNESE MAI DALLE DONNE, la sangue blu MARIA ROSA DENTONE ARATA DELPIPPO, ANNA DUBBIOSI NATALI (dalle incerte origini), il molliccio PACI UGO, ARSENIO MUCCA, il contrasto wagneriano-partenopeo incarnato da SIGFRIDO MEROLA, il rapace SETTIMIO STROZZINI, lo schietto PARLA FRANCO, la mnemonica ANNA MARIA MAI SCORDATO, la teutonica IOLE CRUCCO GERMANO, la contraddittoria TERESA LASAGNA ABBONDANZA SCARSI, FILIPPO EROTICO, lo scomunicando PECCHINO ANTIPAPA, il maestro del safari LEONE COCCODRILLI DEL TONGO, VINCENZO ODIOSO, PAPA PENE, le esplosive CRISTINA BANG e MARIANNE THEODORE BOOM, SEDERINO ROSA, CIRO SOFFRITTO, l’incorreggibile bugiardo MAI VERO, ETTORE INSOFFERENTE, il blasfemo NAZZARENO CRUDELE e il suo più tetro parente Dott. FELICE CRUDELE (che presumo contare ben pochi clienti). Per finire con PIO SARCHIAPONE e con la certezza che Walter Chiari non ha inventato niente.

Advertisements

Written by matemauro

17-09-2008 a 15:49

Pubblicato su varie

18 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Non mi lamenterò mmmmmmmmaaaaaaaaaaai più del mio cognome! 🙂

    czedyo

    17-09-2008 at 15:06

  2. è troppo lungo, non faccio in temepo a leggerlo tutto adesso, ri-ri-ripasserò.
    però da sempre mi chiedo, cos’ha in mente certa gente quando dà certi nomi ai figli?!
    e questi ultimi, come mai non li cambiano, visto che se sno ridicoli è possibile farlo?

    iosempreio

    17-09-2008 at 15:43

  3. Ciao, MAURO.
    Questo è proprio da godere lentamente…Grazie.
    s.

    xdanisx

    17-09-2008 at 15:53

  4. MITICO ! ne conoscevo una versione molto più ristretta 🙂

    h2no3

    17-09-2008 at 17:37

  5. accidenti, alcuni li conoscevo, proprio oggi ne ho letto uno a lavoro…G……a Battona, il mio non è bello però….ciao un abbraccio….e magari fare ricorso per modifiarlo? io lo farei

    lateresa

    17-09-2008 at 18:40

  6. Problemi a linkare il sito che suggerisci..

    hyperbola

    17-09-2008 at 19:48

  7. Che ne dite di: Fiore Donato… 😉

    alice64

    17-09-2008 at 20:36

  8. [certo che se uno si assenta per qualche giorno con te è finita eh…. scrivi troppo e io sono arretratooooo!!!]

    comunque
    conoscevo in parte già questo file
    forse ne avevo uno meno grande
    ma è esilarante come sempre!!!

    un abbraccio
    max

    memorialiquida

    17-09-2008 at 22:59

  9. ah comunque
    il link non apre

    :))

    memorialiquida

    17-09-2008 at 23:00

  10. Il mio preferito (essendo piemontese) è SETTIMO CIULA…(un imperativo categorico più che un nome e cognome…)

    ofvalley

    18-09-2008 at 00:04

  11. con un cognome come “sederino” come si fa a dare il nome di Rosa:-)))
    oppure Mori Remo?

    fiorirosa

    18-09-2008 at 00:34

  12. Una mia ex collega faceva Puzzo di cognome e ovviamente agli sconosciuti si presentava così: “Piacere, P(p)uzzo…
    🙂

    scaramouche

    18-09-2008 at 12:33

  13. Ho cercato di decidere quale mi piacesse di più, ma è impossibile. Quoto Modesto Maiale e Amorino Maniaco, perchè sfortunati nel cognome ma anche nel nome, a dimostrazione che i genitori, quando vogliono, sanno essere pessimi da subito.

    miettapuntox

    18-09-2008 at 14:45

  14. Ehi, davvero divertente!

    baci

    aironedistelle

    18-09-2008 at 15:27

  15. Devo essere sincera, non sono arrivata fino in fondo, non voglio lacrimare più di quanto non abbia già fatto! Rimando l’altra porzione a più tardi.. Comunque è doveroso un saluto particolare agli intramontabili OSCAR DA BAGNO e SCORE GINA che popolano gli elenchi di tutti gli esami di tutte le università!
    E poi Maurè, mia esperienza personale, ho dato la mano al Sig. GALLI NELLO!
    Un bacione
    ELi

    elilaw

    19-09-2008 at 08:43

  16. romanticaperla

    19-09-2008 at 16:26

  17. Non si apre il link. Rimando le ulteriori risate.
    Notte.
    s.

    xdanisx

    20-09-2008 at 21:01

  18. Caspita che lungo elenco di stravaganze, zozzerie e altro.
    Muoio Addolorata!
    (ma due risate me le sono fatte)!

    xdanisx

    20-09-2008 at 21:48


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: