matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Charles Aznavour

with 12 comments

Shahnourh Varinag Aznavourian, in arte Charles Aznavour (Parigi, 22 maggio 1924) è un cantante e attore cinematografico francese di origine armena.

Non stiamo parlando di un uomo qualsiasi; quando si parla di Charles Aznavour si parla di un artista a tutto tondo immerso in quelle che sono le molteplici realtà dello spettacolo: dalla musica al canto, dal cinema al teatro.

Figlio di un cuoco armeno, dopo l’Accademia d’arte drammatica, debutta a teatro come attore di prosa. Contemporaneamente però, cresce in lui la passione per la canzone melodica e già nel dopoguerra comincia a farsi riconoscere come cantautore di canzoni soavi e armoniose. Nel 1956, all’Olympia di Parigi, ottiene uno strepitoso successo che gli permetterà di entrare nella storia degli chansonniers francesi. Il genere melodico con i suoi testi malinconici, che alternano le gioie dell’innamoramento alla tristezza che permea la fine di una relazione caratterizzeranno non solo la sua musica, ma perfino i suoi personaggi cinematografici.

Nel 1960, François Truffaut lo vuole come protagonista in Tirate sul pianista, dove interpreta un inquieto pianista dalla doppia vita. Nello stesso anno, gli viene data l’occasione di mettere sotto la luce dei riflettori le sue qualità drammatiche che ben si esprimeranno in Un taxi per Tobruk di Denis de La Patellière e Il passaggio del Reno di André Cayatte, vincitore di un discusso Leone d’Oro a Venezia. I suoi ruoli sono un mix di eleganza e malinconia, di astuzia e seduzione. La risposta francese a Spencer Tracy e cinematograficamente rivale di Jean Gabin, è stato definito "un Pierrot moderno" da Autant-Lara, anche se nella sua filmografia non sono presenti molti nomi di grandi registi.

La maggior parte delle sue canzoni parlano d’amore e nella sua lunga carriera ne ha scritte oltre 1000. Il poter esprimersi in sei lingue (francese, inglese, italiano, spagnolo, tedesco e russo) gli ha consentito di cantare in tutto il mondo divenendo subito famosissimo. Ha cantato alla Carnegie Hall ed in tutti i maggiori teatri del mondo. In Italia ha collaborato con due delle maggiori interpreti della musica leggera: Iva Zanicchi e Mia Martini.

Les parois de ma vie sont lisses
Je m’y accroche mais je glisse
Lentement vers ma destinée
Mourir d’aimer

Tandis que le monde me juge
Je ne vois pour moi qu’un refuge
Toute issue m’étant condamnée
Mourir d’aimer

Mourir d’aimer
De plein gré s’enfoncer dans la nuit
Payer l’amour au prix de sa vie
Pécher contre le corps mais non contre l’esprit

Laissons le monde à ses problèmes
Les gens haineux face á eux-mêmes
Avec leurs petites idées
Mourir d’aimer

Puisque notre amour ne peut vivre
Mieux vaut en refermer le livre
Et plutôt que de le brûler
Mourir d’aimer

Partir en redressant la tête
Sortir vainqueur d’une défaite
Renverser toutes les données
Mourir d’aimer

Mourir d’aimer
Comme on le peut de n’importe quoi
Abandonner tout derrière soi
Pour n’emporter que ce qui fut nous, qui fut toi

Tu es le printemps, moi l’automne
Ton cœur se prend, le mien se donne
Et ma route est déjà tracée
Mourir d’aimer
Mourir d’aimer
Mourir d’aimer

I muri della mia vita sono lisci
mi ci attacco ma scivolo
lentamente verso il mio destino:
morire d’amore.

Mentre il mondo mi giudica
non vedo che un rifugio,
ogni altra via mi è preclusa:
morire d’amore.

Morir d’amore,
sprofondare nella notte
pagare l’amore con la mia vita
peccare contro il corpo ma non contro l’animo.

Lasciamo il mondo ai suoi problemi
gli astiosi contro se stessi
con le loro piccole menti:
morire d’amore.

Poiché il nostro amore non può sopravvivere
meglio richiudere il libro
e piuttosto che bruciarlo
morire d’amore.

Cominciare a raddrizzar la testa
uscire vittorioso da una sconfitta
rovesciare tutte le convenzioni
morire d’amore

Morir d’amore
come si faccia non importa
lasciarsi tutto alle spalle
per interessarsi di noi, di te.

Tu sei la primavera, io l’autunno
il tuo cuore prende, il mio dona
e la mia via è segnata
morir d’amore
morir d’amore
morir d’amore.

Advertisements

Written by matemauro

22-05-2008 a 22:08

Pubblicato su aznavour, musica

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Sai che ho un buco di memoria,mi pare che sia ancora vivo, ma non ne sono sicuro,spero per lui,avrebbe la stessa età di mio padre.

    La risposta di stile laconico della Pravda, al commento sulla monnezza a Napoli.

    Sante parole,il mio è un augurio quasi impossibile.

    Ciao Mauro,charlie

    charliebrown01

    22-05-2008 at 21:24

  2. Buon per lui,lunga vita al bravo cantautore.

    Bè,una certa sintonia politica tra noi due esiste,la condivisione in ogni caso mi soddisfa, grazie di cuore Mauro,charlie

    charliebrown01

    22-05-2008 at 22:03

  3. ho pensato a lui quando ero a Venezia martedi sotto la pioggia…..

    Francesco071966

    22-05-2008 at 22:28

  4. Aznavour, uno dei cantanti preferiti per un periodo della mia vita.
    Mi ritrovo le sue canzoni su vinile, peccato che con questi aggeggi moderni non le possa riascoltare.

    fiorirosa

    22-05-2008 at 23:10

  5. Artista a tutto tondo? Direi piuttosto un istrione …

    L’istrione
    Io sono un istrione
    ma la genialità è nata insieme a me
    Nel teatro che vuoi
    dove un altro cadrà io mi surclasserò.
    Io sono un istrione
    ma la teatralità scorre dentro di me
    Quattro tavole in croce
    e qualche spettatore
    chi sono lo vedrai.
    Lo vedrai.
    In una stanza di tre muri
    tengo il pubblico con me
    sull’orlo di un abisso oscuro
    col mio trac e coi miei tics.
    E la commedia brillerà
    del fuoco sacro acceso in me
    E parlo e piango e riderò
    del personaggio che vivrò.
    Perdonatemi se con nessuno di voi
    non ho niente in comune
    Io sono un istrione
    a cui la scena dà
    la giusta dimensione.
    La vita torna in me
    ad ogni eco di scena che io sentirò
    e ancora moriro
    di gioia e di paura
    quando il sipario sale
    paura che potrò non ricordare più
    la parte che so già
    poi quando tocca a me
    puntuale sono là
    nel sogno sempre uguale.
    Uguale.
    Io sono un istrione
    ed ho scelto oramai
    la vita che farò
    Procuratemi Voi sei repliche in città
    e un successo farò.
    Io sono un istrione e l’arte,
    l’arte sola è la vita per me
    Se mi date un teatro
    e un ruolo adatto a me
    il genio si vedrà .
    Si vedrà .
    Con il mio viso ben truccato
    con la maschera che ho
    sono enfatico e discreto
    versi e prosa Vi dirò.
    Con tenerezza o con furore
    e mentre agli altri mentirò
    fino a che sembri verità
    fino a che io ci crederò.
    Non è per vanità
    quel che valgo lo so
    e ad essere sincero
    solo un vero istrione
    è grande come me
    ed io ne sono fiero.
    ed io ne sono fiero.

    Aznavour,ti amo!

    tamango

    23-05-2008 at 00:29

  6. Aznavour..Poeta in musica…

    e in una poesia in francese si ritrova la vera emozione…

    alice64

    23-05-2008 at 10:27

  7. Magnifico cantante… Giulia

    giuba47

    23-05-2008 at 11:46

  8. E’ uno dei miei cantanti preferiti. Lo ascolto spesso, nei magnifici dischi in vinile…
    🙂

    scaramouche

    23-05-2008 at 18:01

  9. Una patita di musica francese come me non può non amare la dolce tristezza di Aznavour….

    ortensia51

    23-05-2008 at 22:59

  10. Ciao Mauro, grazie per avermi ricordato Aznavour. Lo ascoltavo quando ero bimba, dai dischi della mamma, ed il suo modo di cantare non ha mai smesso di piacermi.

    Buon fine settimana 🙂

    Kinnor

    24-05-2008 at 10:34

  11. ..Hier encore,

    J’avais vingt ans,

    Mais j’ai perdu mon temps,

    A faire des folies..

    Un timbro inconfondibile,quanti ricordi.

    p.s. appena scoperto,complimenti per il blog

    hyperbola

    24-05-2008 at 21:35

  12. Bravo! Bel post! Mi piace! Mi piace che tu abbia ricordato un così grande artista! La sua canzone che amo di più è “Com’è triste Venezia”.
    Buona domenica! Baci DonnaNuova.

    donnanuova

    25-05-2008 at 00:14


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: