matemauro

Di matematica ma non soltanto…

10 anni fa…

with 13 comments

cermis

Il 3 febbraio 1998 un aereo militare statunitense, decollato dalla base di Aviano per un volo di addestramento, tranciò il cavo della funivia del Cermis, in Val di Fiemme. Nella cabina vi erano 20 persone che caddero per 80 metri prima di morire al suolo.

Il Presidente Bill Clinton si scusò per l’incidente, e promise alle famiglie delle vittime risarcimenti in denaro. L’episodio creò un clima di tensione tra americani ed italiani. Ci furono manifestazioni anti-americane in Italia, con slogan come "NATO per uccidere".

I pubblici ministeri italiani richiesero di processare i marines in Italia, ma il Gip di Trento ritenne che, in forza della Convenzione del 19 giugno 1951 sullo status dei militari Nato, la giurisdizione dovesse riconoscersi alla giustizia militare statunitense. Inizialmente tutti i membri dell’equipaggio furono indagati, ma solo il pilota e il navigatore comparvero davanti al tribunale americano, per rispondere dell’accusa di omicidio colposo.

Il processo fu celebrato nella Carolina del Nord. La Corte accertò che le mappe di bordo non segnalavano i cavi della funivia e che l’aereo stava volando più velocemente e a un’altitudine molto inferiore a quella permessa dalle norme militari. Il cavo fu tranciato ad un’altezza di 360 piedi (110 m). Il pilota sostenne che l’altimetro era mal funzionante e di non essere stato a conoscenza delle restrizioni di velocità. Nel marzo del 1999 la giuria assolse il pilota, provocando l’indignazione dell’opinione pubblica italiana ed europea.

I militari furono poi nuovamente giudicati dalla corte marziale per aver distrutto un nastro video registrato durante il volo nel giorno della tragedia. Per tale capo d’accusa furono riconosciuti colpevoli nel 1999. Entrambi furono degradati e rimossi dal servizio. Il pilota fu inoltre condannato a sei mesi di detenzione, ma fu rilasciato dopo quattro mesi e mezzo per buona condotta.

Quousque tandem?

Written by matemauro

03-02-2008 a 11:57

Pubblicato su varie

13 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. La vita delle persone conta meno che niente… Giulia

    giuba47

    03-02-2008 at 16:48

  2. Molti sono i casi di disastri aerei che rimangono senza colpevoli, vedi sciagura, disastro, missile americano, di tutto e di più per il caso “Ustica”. una vergogna storica Italiana.
    ***************************

    (La conoschi? Gno? è tua la pignolata)

    tumbergia

    03-02-2008 at 17:48

  3. Fino a quando a chi giudicherà si farà fare un bel giretto in un aereo in picchiata libera,o da una funivia “senza funi”!

    favorita

    03-02-2008 at 20:31

  4. Ciao,amico mio! vado ad una festa in maschera festita da Squaw e mi recherò a Fort Apache…
    *********************

    tumbergia

    03-02-2008 at 20:33

  5. Fino a quando il genere umano vivrà,
    o fino a quando gli uomini saranno corruttibili e senza coscienza.

    tamango

    03-02-2008 at 20:59

  6. Un po’ di Cirò fino a quando dimenticheremo le nefandezze italiane?

    gardeniador

    03-02-2008 at 21:07

  7. Fino a quando non decideremo, e in tanti, che quanto accade ci riguarda in prima persona.

    arabapernice

    03-02-2008 at 23:43

  8. la storia si ripeterà sempre. chi è potente, tutto può…
    ‘notte Mauro

    FIOREDAUTUNNO

    03-02-2008 at 23:49

  9. Finchè esisterà il genere umano?
    Pessimistica previsione, ma temo non lontana dalla realtà.
    Buon inizio settimana.
    Un abbraccio
    Bonnie

    dangerousbonnie

    04-02-2008 at 10:31

  10. Qualcuno ha detto che gli americani ci hanno restituito la Baraldini chiedendo in cambio di non pretendere “troppo”….

    bandolin

    04-02-2008 at 10:52

  11. hai fatto bene a ricordare.. i mezzi d’informazione tendono ad avere la memoria corta!

    buona giornata Mauro
    (da una simpatizzante grillina, ma votante in più stabili approdi, almeno per ora 😉

    giovanotta

    05-02-2008 at 11:13

  12. “Catilina, abutere patientia nostra?”
    o meglio
    “America, abutere patientia nostra?
    Al peggio non c’è mai fine purtroppo.

    bulumba

    05-02-2008 at 12:31

  13. Molti dopo hanno malignato sullo scambio Baraldini-pilota americano; comunque le conclusioni sono amare: un militare americano commette un reato in Italia e viene giudicato negli Stati Uniti, a parti invertite sarebbe stato lo stesso ?
    Non credo. Ciao

    corradovecchi

    05-02-2008 at 20:26


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: