matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Jaroslav Seifert

with 11 comments

Jaroslav Seifert (1901-1986) poeta e giornalista ceco, premio Nobel per la letteratura nel 1984, cantore di Praga; nessuno ha cantato questa città come lui. Praga è una città d’amore e "magica", perché in essa possono sempre germogliare i fiori e l’amore, ma è anche "tragica", non tanto per le guerre, le invasioni, il destino di tanti praghesi, ma perché proprio in Praga la morte coincide con la vita. Praga è per Seifert la donna più amata e la donna-vita, come la città-vita, viene amata quando sboccia.

Být básníkem

Život už mě dávno přesvědčil,
že hudba a poezie
jsou na světě to nejkrásnější,
co nám život může dát.
Kromě lásky ovšem.
Ve staré chrestomatii,
vydané ještě c. k. knihoskladem
v roce, kdy zemřel Vrchlický,
vyhledal jsem pojednání o poetice
a básnických ozdobách.
Pak jsem si dal do sklenky růžičku,
rozžal svíčku
a počal psát své první verše.
Jen vyšlehni, plameni slov,
a hoř,
ať si třeba popálím prsty!
Překvapivá metafora je víc
než zlatý prsten na ruce.
Ale ani Puchmajerův Rýmovník
nebyl mi nic platný.
Marně jsem sbíral myšlenky
a křečovitě zavřel oči,
abych zaslechl zázračný první verš.
Ve tmě však místo slov
zahlédl jsem ženský úsměv a ve větru
rozevláté vlasy.
Byl to můj vlastní osud.
Za ním jsem klopýtal bez dechu
celý život.

Essere poeta

Da lungo tempo la vita mi ha convinto
che musica e poesia
sono al mondo le cose più belle
che la vita può darci.
Oltre all’amore, ovviamente.
In una vecchia antologia,
stampata all’epoca dell’Imperalregia libreria
nell’anno in cui morì Vrchlický,
cercai una trattazione di poetica
e di stili di poesia.
Poi misi una rosellina in un bicchiere,
accesi una candela
e iniziai a scrivere i primi versi.
Divampa pure, fiamma di parole,
ardi,
magari mi bruciassi le dita!
Una sorprendente metafora vale più
di un anello d’oro al dito.
Ma perfino il rimario di Puchmajer
a nulla mi servì.
Invano raccolsi i pensieri
e spasmodicamente chiusi gli occhi
per udire il primo meraviglioso verso.
Nell’oscurità, invece di parole
scorsi un sorriso di donna e nel vento
una chioma svolazzante.
È stato il mio destino.
Dietro di lui ho arrancato senza respiro
per l’intera vita mia.

Annunci

Written by matemauro

06-01-2008 a 16:03

Pubblicato su poesia, seifert

11 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. oddio!sono la prima a commentarti?!?!hihihihi…
    non conosco il poeta!ma sono stata a praga. una città che pultroppo io ho visitato in solo 3 giorni!peccato. é una città da non perdersi di vedere.
    ha troppa storia, troppe meraviglie. un incanto a sentire i racconti mentre visiti le sue stradine, i vincoli, i palazzi, i bar, le vecchie mura e tante altre meraviglie!
    a praga mi sono sentita in casa.
    poi, un giorno sono stata in un tram e non vi dico come guidano spericolati lì. ho vissuto 10 minuti in quel tram come in un film d’orrore! i conducenti non hanno paura della sveltezza, ne degli ostacoli!
    e poi, i tassisti sono i peggiori! si buttano e vanno veloci senza vedere se l’ospite dietro sta vomitando l’anima per il loro frenare,dare gas a tutta velocità, frenare di nuovo, ripartire velovce, girare a destra e poi subito a sinistra! anache allacciato, siscende dal tassista con le gambe tremolanti!(rido)
    un esperienza da non perdere!:-)
    buona epifania mauro!

    semiprendi

    06-01-2008 at 16:11

  2. La musica e la poesia,mie compagne nei ricordi e nei pensieri….
    Jaroslav Seifert ha arrancato per un’intera vita,che sarà di meche non ho Praga che mi ispira ma le umili cose di ogni giorno ed un volto amato..?
    ..

    tamango

    06-01-2008 at 16:39

  3. Bellissimi versi….Un caro saluto, Giulia

    giuba47

    06-01-2008 at 18:37

  4. è bellissima e commovente.
    Un sacco pieno di cose belle per Praga.
    Befanina fa il tuo dovere.
    Ciao,Mauro!

    tumbergia

    06-01-2008 at 21:49

  5. dev’essere davvero bella e affascinante praga, se riesce ad ispirare versi così commoventi.
    buonanotte Mauro e buon inizio settimana :o)

    FIOREDAUTUNNO

    07-01-2008 at 02:46

  6. L’ho letta, l’ho riletta e l’ho riletta ancora.
    E’ diversa, è originalmente diversa, è un inno a qualcosa di diverso.
    Mi hai regalato un bel poema, Praga, città magica, ha avuto un cantore degno della sua aria incantata.
    Bye, Bulumba

    bulumba

    07-01-2008 at 09:25

  7. molto bella la poesia! e Praga dicono tutti sia una città dal fascino particolare: è nella lista dei miei viaggi-desideri 🙂
    buona settimana!

    giovanotta

    07-01-2008 at 10:47

  8. ***Nell’oscurità, invece di parole
    scorsi un sorriso di donna e nel vento
    una chioma svolazzante.
    È stato il mio destino.
    Dietro di lui ho arrancato senza respiro
    per l’intera vita mia.***

    magnifci!!!!
    chicca

    chiccama

    07-01-2008 at 10:55

  9. Buona giornata, Mauto.
    Pausa caffè ma si ricomincia…

    elenamaria

    07-01-2008 at 11:31

  10. sì, versi bellissimi. Potresti fare una piccola antologia di questi poeti cechi… le poesie che hai postato sono mozzafiato.
    Ti auguro uno splendido inizio di settimana 🙂
    Paolone

    paolone

    07-01-2008 at 11:58

  11. La musica..la poesia..
    sono doni per l’anima.
    Grazie!

    alice64

    09-01-2008 at 23:59


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: