matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Barzelletta (in tema natalizio)

with 3 comments

Esiste veramente Babbo Natale? Ecco un divertente ragionamento scientifico che spiega il mistero…

1) Nessuna specie conosciuta di renne può volare. Ci sono però, si calcola, circa 300.000 specie di organismi viventi ancora da classificare. Benché la maggior parte di questi siano insetti o germi, ciò non esclude completamente la possibilità che esistano renne volanti, che peraltro solo Babbo Natale stesso sembra aver visto.

2) Ci sono al mondo due miliardi di ragazzi, ossia persone al di sotto dei 18 anni. Tuttavia, dato che sembra che Babbo Natale non visiti ragazzi ebrei, musulmani, indù, buddisti ecc., questo riduce il lavoro a circa il 15% del totale (378 milioni, secondo l’Ufficio per le Popolazioni). A una media (censita) di 3,5 ragazzi per abitazione, tutto ciò comporta un totale di 91,8 milioni di casi. Si presume che ci sia almeno un bravo ragazzo in ogni casa.

3) Grazie ai fusi orari e alla rotazione della Terra, Babbo Natale ha 31 ore a disposizione per il suo lavoro, assumendo, come sembra logico, che viaggi da est ad ovest. Questo comporta 822,6 visite per secondo. Il che significa che, per ogni casa di cristiani con almeno un bravo ragazzo, Babbo Natale ha circa 1/1000 di secondo per

– trovare parcheggio (cosa questa semplice, dato che può parcheggiare sul tetto e non ha problemi di divieti di sosta)

– saltare giù dalla slitta

– scendere dal camino

– riempire le calze

– distribuire il resto dei doni sotto l’albero

– mangiare ciò che i bambini mettono a sua disposizione (assumendo a tal proposito che Babbo Natale sia dotato di un appetito paragonabile a quello di un buco nero e sia astemio, o comunque capace di reggere una quantità infinita di alcool, perché in caso contrario sarebbe morto di indigestione già dopo poche fermate, o comunque sarebbe ubriaco fradicio…)

– risalire su per il camino

– rimontare sulla slitta

– decollare per la successiva destinazione.

Dando per scontato che ciascuna di queste 91,8 milioni di fermate sia distribuita omogeneamente sulla Terra (cosa che sappiamo non essere vera, ma che per semplicità di calcolo assumiamo come vera), stiamo parlando di uno spazio medio percorso tra due fermate di circa 1.154 km, e di un viaggio totale di 112 milioni di km, senza contare le fermate per fare quello che la maggior parte di noi fa almeno una volta ogni 31 ore (pipì, cibo ecc.). Questo implica che la slitta di Babbo Natale si muove a 962 km/sec, cioè 1.000 volte la velocita’ del suono. A titolo indicativo, il più veloce veicolo costruito dall’uomo, la sonda spaziale Ulisse, viaggia alla misera velocità di 43,8 km/sec. Una renna normale può raggiungere al massimo i 30 km/h.

4) Il carico della slitta fornisce un altro aspetto interessante. Assumendo che ogni ragazzo non ottenga nulla di più di un Lego medio (900 grammi circa), la slitta dovrà trasportare 321.300 tonnellate, senza contare Babbo Natale stesso, che viene sempre descritto sovrappeso. Su terreno, una renna convenzionale può trainare 136 kg. Anche ammettendo l’ipotesi che le renne volanti (vedere punto 1) possano trainare un peso dieci volte superiore a quello di una renna normale, non ci basteranno otto renne, e neppure nove. Avremo bisogno di 214.200 renne. Questo incrementa il peso lordo a 353.400 tonnellate, senza contare la slitta! Ancora, a titolo di comparazione, questo è quattro volte il peso della Queen Elizabeth II.

5) Le oltre 353.000 tonnellate che viaggiano a 962 km/sec creano un enorme attrito con l’atmosfera, e questo provocherà il riscaldamento delle renne nella stessa misura di un’astronave al rientro nell’atmosfera. La prima coppia di renne assorbirà 4,3 quintilioni di Joule di energia. Al secondo. Per ciascuna renna. In breve, si volatilizzeranno praticamente all’istante, esponendo le renne alle loro spalle e creando un assordante bang supersonico nella loro scia. L’intero gruppo di renne verrà vaporizzato in 4,26 millesimi di secondo. Babbo Natale, contemporaneamente, sarà soggetto a forze centrifughe pari a 17.500 volte quella di gravità. Un Babbo Natale di 113 Kg, che sembrerebbe comicamente magro, sarebbe inchiodato al fondo della slitta da una forza di 1.957.420 kg.

Se ne conclude che, se mai Babbo Natale ha tentato di consegnare regali alla vigilia di Natale, ora è morto.

Annunci

Written by matemauro

11-12-2007 a 16:42

Pubblicato su umorismo

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. …babbo natale morto, adesso si spiega perchè non abbia mai risposto alle mie lettere…ecco, ora posso dormire serena!!
    😉
    certo resta il problema di chi vorrà prendere il suo posto…co sta disoccupazione che c’è in girooo!

    mirelloide

    11-12-2007 at 18:37

  2. …ma ti pare questo il modo di distruggere i miei sogni? sob!…( allora chi era quell’uomo vestito di rosso incastrato nella canna fumaria del mio camino lo scorso natale?) 🙂

    Gliorti

    12-12-2007 at 06:38

  3. Ueeeeeeeeeeeeee e adesso mi dici dove hai preso la mia foto????

    ahahahhahhahahhah
    un abbraccio Gio

    SempreGio

    12-12-2007 at 11:11


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: