matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Haiku

with 10 comments

Un haiku è un componimento poetico di tre versi caratterizzati da cinque, sette e ancora cinque sillabe. È una poesia dai toni semplici che elimina spesso i fronzoli lessicali e le congiunzioni e trae la sua forza dalle suggestioni della natura e le sue stagioni.

L’haiku fu creato in Giappone nel secolo XVII e deriva dal tanka, componimento poetico di 31 sillabe che risale già al IV secolo. Il tanka è formato da 5 versi di 5-7-5-7-7 sillabe rispettivamente. Eliminando gli ultimi due versi si è formato l’haiku.

Per l’estrema brevità richiede una grande sintesi di pensiero e d’immagine. Tradizionalmente l’ultimo verso è il cosiddetto riferimento stagionale o kigo, cioè un accenno alla stagione che definisce il momento dell’anno in cui viene composta o al quale è dedicata. Soggetto dell’haiku sono scene rapide ed intense che rappresentano, in genere, la natura e le emozioni che esse lasciano nell’animo dell’haijin (il poeta). La mancanza di nessi evidenti tra i versi lascia spazio ad un vuoto ricco di suggestioni. Gli haiku tradizionali non hanno alcun titolo. (Fin qui, come mio solito, Wikipedia).

E volete che non mi dilettassi anch’io a scrivere haiku ?

Non sono tradizionali, cioè non fanno riferimento necessariamente alle stagioni, perciò non dovrebbero essere considerati haiku standard, ma comunque…

1
Hai la fortuna
nascosta nel tuo amore
e dentro di te

2
Rose scarlatte
profumi di ragazze
sotto la doccia

3
Nubi d’autunno
cielo scuro di Roma
sopra il Tevere

4
Molte rondini
garriscono querule
sopra i tetti

5
Senza incertezze
cammini, passo lesto,
verso il tuo lui

Annunci

Written by matemauro

31-10-2007 a 22:13

Pubblicato su haiku, poesia

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. avevo commentato…dicendo che è difficile sintetizzare ,ma che eri stato bravo comunque….ma il commento non c’era…

    tamango

    01-11-2007 at 03:25

  2. tamango

    01-11-2007 at 11:08

  3. un tanka estempraneo?

    Acqua bagnata
    dal cielo caduta
    sguardo perso
    cielo ormai terso
    vado a cucinare.

    no, eh? 😦
    dietro la lavagna, vabbè,,,
    😉

    elenamaria

    01-11-2007 at 11:19

  4. @favorita: grasssie….

    @tamango:

    @elenamaria: 5-6-4-5-6… come lo chiamiamo? inventagli un nome tu… è una tua creazione… ma brava!

    MauroPiadi

    01-11-2007 at 11:53

  5. Acqua bagnata
    triste è caduta
    cervello perso
    cielo ormai terso
    vado a cucinare

    5-7-5-5-7

    tanka?
    posso tornare a posto, prof?

    elenamaria

    01-11-2007 at 12:05

  6. 5-7-5-7-5
    scusa…

    elenamaria

    01-11-2007 at 12:08

  7. Acqua bagnata
    triste è caduta
    cervello perso
    cielo ormai terso
    posso uscire
    ((che vergogna!!!))

    elenamaria

    01-11-2007 at 12:12

  8. Molto semplicemente bella. Saluti.

    SaR

    03-11-2007 at 18:08

  9. @SaR: ti ringrazio, ma quale è bella? :-)) Saluti anche a te!

    MauroPiadi

    03-11-2007 at 18:30

  10. Chi dice DONNA
    come può dire danno
    E’ solo AMORE.

    Queste sono deliziose!

    notte.
    sab.

    xdanisx

    16-04-2009 at 23:40


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: