matemauro

Di matematica ma non soltanto…

Di cani, gatti (e altri animali domestici)

with 19 comments

Vorrei intervenire nell’eterna diatriba fra i sostenitori dei gatti e quelli dei cani (e degli altri animali domestici, quanto a questo!).

So che probabilmente mi tirerò addosso l’ira (spero non funesta ) degli amanti di una delle famiglie di pets, tanto per fare l’esterofilo; contemporaneamente, però, susciterò sicuramente le simpatie di altri.

I lupi (i canidi che hanno dato origine ai cani) sono stati addestrati dall’uomo circa 15.000-20.000 anni fa, ai tempi delle abitazioni su palafitte. Tutto, nel fisico e nella psiche del cane, proverrebbe dal lupo e da mutazioni casuali, mentre le ibridazioni con lo sciacallo sarebbero piuttosto trascurabili. Lupo e cane, pur avendo comuni antenati, hanno poi seguito due strade diverse: l’uno ha mantenuto selvatichezza e ferocia, l’altro è diventato domestico. Alcune caratteristiche di base, però, si sono conservate nei secoli: entrambi agitano la coda in segno di contentezza, la tengono tra le zampe se sono impauriti, porgono la gola in segno di resa all’avversario, arricciano le labbra e ringhiano quando sono arrabbiati, marcano con l’odore il proprio territorio, le femmine hanno la stessa durata della gestazione e sono addirittura vittime delle stesse malattie e dei medesimi parassiti.

La comparsa di nuove razze di cani non ha praticamente mai avuto pause. Vuoi per mutazioni naturali, per clima, per ambiente, vuoi per gli incroci propiziati dall’uomo, le razze canine sono sempre più numerose e più selezionate.

Per quanto riguarda il gatto è difficile determinare quando iniziò il processo di addomesticamento. I gatti, come tali, si sono evoluti alcuni milioni di anni prima del cane. Il loro diretto antenato è sicuramente lo smilodon detto anche gatto con i denti a sciabola, che in verità era più simile a una tigre che a un gatto, essendo lungo anche più di un metro.

Per il gatto il processo di addomesticamento non è stato facile come per il cane. Il gatto manca di  impulsi cooperativi e di istinti sociali e questo ha fatto si che la domesticazione non sia stata proprio come viene intesa per il cane (cambiandone profondamente i caratteri somatici e comportamentali), ma sia più che altro una consapevolezza di poter ottenere vantaggi reciproci da una stretta convivenza.

Del periodo presunto del primo addomesticamento del cane ho detto; per il gatto tale processo non dovrebbe essere avvenuto prima di 5.000-6.000 anni fa.

La funzione dei gatti come cacciatori di roditori, ai quali assolutamente non interessavano le granaglie come invece poteva succedere ad altri animali come il furetto, fu subito vista di buon occhio; addirittura la loro presenza era incoraggiata con la distribuzione di scarti di pesce.

Inizialmente il contatto diretto tra gatto e uomo non è stata cosa facile per l’innata diffidenza del gatto, ma sicuramente il piacere dato da un gatto accoccolato sulle gambe mentre fa le fusa dopo una lunga e dura giornata di lavoro nei campi lo ha fatto perseverare.

Gli altri animali domestici sono certamente meno significativi dal punto di vista dello sviluppo della civiltà umana, hanno assunto sempre più peso soprattutto in tempi moderni (diciamo dal settecento in poi, anche se uccelli e pesci erano sicuramente presenti nelle case dei patrizi romani). Oggi, a parte i soliti canarini, pappagalli, pesci rossi ecc. è sempre più frequente trovare nelle case rettili (dal pitone reale al geco leopardo, quando non al caimano…), anfibi (tartarughe, soprattutto) e così via. Mi sembra però un atteggiamento dettato più dalla moda che non una necessità storica reale, come nel caso di cani e gatti.

Ma ora basta con la storia e veniamo a noi, anzi a me…

Premessa obbligatoria, direi: mi piacciono tutti gli animali, indifferentemente; sarà la mia solita mentalità da scienziato, che più volte ho ricordato, ma proprio non mi viene in mente un animale che mi susciti ribrezzo, orrore o sentimenti comunque negativi: dal ragno alla blatta ( chi sa, capisce…) ecc.

Ciò premesso, amo e mi piacciono molto più i gatti dei cani… (Ahi!, ahi!, ahi!… no, le uova no!)

Perché?

1 – Per ragioni estetiche (e questo, lo riconosco, è un parametro del tutto soggettivo, potete essere tranquillamente in disaccordo). Volete mettere la bellezza, la plasticità, il dinamismo del felide rispetto al canide? Non c’è confronto, suvvia…

2- Per ragioni socio/politiche (sissì, proprio così!). C’è un animale domesticato più libero del gatto? No, non ce n’è! Fate caso all’atteggiamento del gatto: è un animale libero che, per sua e nostra convenienza, ha deciso che la convivenza con gli esseri umani era utile, forse necessaria e magari anche gradevole; il gatto sembra dirci:

– Caro essere umano, io e te siamo uguali, ognuno nel nostro ambito. Lo so che a te piacerebbe stare lì ad accarezzarmi ogni minuto, ma devi capire che anch’io ho una mia vita, devo uscire, andare a caccia, divertirmi… Mica posso stare sempre appresso a te! Perciò, quando mi va pure a me, d’accordo, fammi pure tante coccole e io ti ricambio con le fusa… ma solo quando è possibile! Ah, e la letttiera, per favore, cambiala ogni giorno… tu, scusa, quando vai al bagno scarichi, no? E allora? Perché io devo sorbirmi tutte quelle puzze?

Un cane invece direbbe:

– Padrone mio… quanto ti amo! Ti amo quando mi accarezzi, ti amo quando mi picchi, quando mi dai da mangiare, quando mi prendi a calci… Non ne posso fare a meno… sono servile, che ci vuoi fare?

Beh, oddio, magari ho un po’ esagerato… però a me lo sguardo del cane dà quell’impressione… (No, no! i sassi no, per favore…!)

3 – E, infine, per ragioni pratiche: un gatto richiede molta meno cura e assistenza di un cane, non parliamo poi se se ne hanno di più: una decina di gatti in casa è una cosa pensabile, una decina di cani sarebbe un inferno!

Un abbraccio a tutti i possessori di pets

Written by matemauro

26-10-2007 a 18:38

Pubblicato su animali, cane, gatto

19 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. grazie per le info storico/scientifiche
    per il resto concordo.. io di gatti in casa ricordo di averne avuti più o meno sempre, sono troppo belli, anche i più scaruffati.. però anche alcuni cani sono splendidi!

    un salutone 🙂

    giovanotta

    26-10-2007 at 18:15

  2. Mauroooooooooooo!Te la sei cercata e pure bella grossa la gatta da “pelare”! Mò voglio proprio vedere che succede!
    Io amo tutti glianimali e non provo nessun ribrezzo per alcuno tranne che…ma soprassediamo,ma io non farei questa netta differenza tra una specie e l’altra,è solo questione di attrazione…ed io sono molto attratta dai felini in genere(Adoro la tigre),ma amo molto i gattiè che si possono gestire meglio dei cani…Non oso pensare alle critiche che faranno i possessori di cani.Un appunto mi viene di fare, io sono certa che chi ama i gatti riesce ad amare anche i cani,chi ama i cani spesso non ama i gatti,certamente non è per supposizione che parlo ma per esperienza diretta;ho infatti avuto per trent’anni solo cani e li conosco e li amo,ma da 9 anni posseggo dei gatti e ne sono felice.non ho fatti delle scelte ,il destino ha voluto che
    la mia vita avesse un nuovo amore che è diventato grande e che vi trascrivo :

    Il mio grande amore

    Non ti cercavo ma sapevo che c’eri.
    Ti avevo dentro da sempre mentre
    cercavo i tuoi occhi tra tanti,
    splendide stelle di un cielo senza nubi.
    Ti avevo sognato e desiderato come
    un falco la sua preda e ho
    straziato le mie carni nude
    con artigli d’amore,e il mio
    orgoglio innalzato al mondo.
    Hai spogliato la mia anima senza pudore e
    ti ho amato in un talamo tra
    mille carezze e rumorosi respiri.
    Ho sentito il tuo caldo contatto
    cercarmi nel buio per giacermi accanto.
    Ho visto i tuoi occhi nella notte
    cercare i miei già sprofondati
    dentro come in un abisso senza fine.
    Ho saziato la tua fame d’amore
    ed io la mia…ma non mi bastavi più
    ed altri hanno affondato i loro denti
    acuminati nel mio cuore e
    dolcemente arresa vi amo tutti
    e per sempre!
    Dedicata ai miei gatti.

    tamango

    26-10-2007 at 18:41

  3. tra cani e gatti , scelgo la via di mezzo… i minicani di sesso femminile… svegli, intelligenti, non scontati, di facile gestione… non fanno le fusa ma russano… fa lo stesso? : ))

    verdianna

    26-10-2007 at 20:13

  4. elenamaria

    26-10-2007 at 20:40

  5. @giovanotta: sì anche alcuni cani… ma i felini… tutti!
    Un abbraccio

    @tamango: e me la sono cercata sì, l’ho fatto apposta! Tranne che… blatte? :-DDD
    Bellissima la poesia, sai veramente trovare belle parole!
    Volevo dedicarti un’immagine, ma in questo momento photobucket non risponde 😦
    Comunque un abbraccio anche a te!

    @verdianna: minicani? Mi spiace di contraddirti, ma a me i cani piacciono grossi, quelli piccoli li trovo proprio… lasciamo perdere, va’!
    Un abbraccio

    @michele73: ma due parole di commento no, eh? Anche a me capita di farmi pubblicità su altri blog, ma almeno qualche parola la lascio…

    MauroPiadi

    26-10-2007 at 20:51

  6. @elenamaria: ma grazie!
    Ricambio con un abbraccio!

    MauroPiadi

    26-10-2007 at 20:52

  7. a me piacciono anche i cani ma….che dici, chi preferisco???
    volevo precisare che il gatto non è addomesticato, il gatto è VENERATO. è diverso 😉

    FIOREDAUTUNNO

    26-10-2007 at 21:13

  8. uno) nella mia vita ci sono sempre stati solo dei cani (un facile doppio senso, se vogliamo), sarà per questo che li amo e li preferisco ai gatti
    due) ho appena finito di leggere tutto “il racconto a più mani”… ho iniziato a leggere un paio d’ore fa e non sono riuscita a staccarmi, lo trovo bellissimo
    tre) ted jdu spat, dobrou noc

    TeS

    tuttoesubito

    26-10-2007 at 23:23

  9. @TeS:
    uno) possibile… :-))
    due) sì, è molto bello, siamo tutti soddisfatti!
    tre) dobrou noc!

    MauroPiadi

    27-10-2007 at 01:15

  10. Io sono stato sempre uno spregiudicato sostenitore dei canidi, ho vissuto con cani diversi negli anni, tutti di taglia gigante…poi ne ho perso prematuramente uno, un dolcissimo rottweiller(avevamo un rapporto simbiotico come affermava il suo veterinario), strappato da un brutto male; per una strana reazione ho iniziato con i gatti…pur non smettendo di avere cani intorno!…le scene più belle di sempre sono state il fuggi fuggi del cane su per le scale col gatto avvinghiato alla coda e vedere che chi dei due arrivasse prima alla ciotola a cena aspettasse l’altro a priori e mangiassero solo insieme nella stessa scodella.!

    PS. propongo una petizione contro MAURO POLIGLOTTA, NON E’ POSIBILE, CI SARA’ PURE QUALCOSA CHE NON SAI FARE!!!

  11. ovviamente per la petizione scherzavo!!!!!!!!!…di Grillo già ne abbiamo uno ed è fin troppo..

  12. Miaooo…eheh, scusa, volevo dire ciao, ma mi sono immedesimata fin troppo nell’argomento!
    Io sono per i gatti -se non si fosse capito- anche se è una passione nata da poco perchè solo da poco ho scoperto la tenerezza che riescono a trasmettere..quelle fusa!!
    Purtroppo non sono cresciuta con la compagnia di un amico a quattro zampe -questioni genitoriali!- ma ho intenzione di recuperare il tempo perso!
    Ah..Grillo bis proporio no eh, concordo!
    Un abbraccio (Grrrrrrr….)

    elilaw

    27-10-2007 at 09:28

  13. @chris: immagino la scena… ROTFLOL!
    Qualcosa che non so fare? Hmmm… fammici pensare un attimo… dunque… cantare? ballare? suonare? ecco… diciamo che… vabbe’ lasciamo stare 😦

    @elisa: :-))) evvai con i felini!!!

    MauroPiadi

    27-10-2007 at 11:44

  14. è appunto per lo spirito poco cooperativo e poco sociale che noi emiliani non amiamo i gatti, personalmente amo i cani per la loro fedelta’ e dolcezza(ho detto dolcezza e non opportunismo), mentre i gatti sono dei grandi opportunisti visto che ti stanno vicino solo per convenienza, la loro indole e’ selvaggia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
    sassi no, uova no ma rischi la lapidazione con crocchette junior di eukanuba…:)

    demis78

    28-10-2007 at 12:03

  15. @demis: abbiamo punti di vista diversi, molto! Ma voi emiliani amate i cani in quanto andate a caccia, non per altro… non mi contar frottole! :-))
    E, quanto alle polpette di Eukanuba… passate la prossima settimana, tu e Marty, vero? Bene, bene…
    (polpette eukanuba fatte a mo’ di piadina e crescione…) hahahahaha!

    utente anonimo

    28-10-2007 at 17:43

  16. beh, ovviamente ero io… sloggato :-(((

    MauroPiadi

    28-10-2007 at 17:44

  17. assolutamente d’accordo! anche su tutti i punti del perchè i gatti sono da preferire ai cani!

    però devo farti un appunto, lo so che sembrerò puntigliosa, ma non posso farne a meno in questo ambito!
    le tartarughe sono rettili, non anfibi!
    è vero, quelle acquatiche hanno una “vita anfibia” nel senso che vivono sia in acqua che in terra, ma se parliamo di classi di vertebrati, sono in tutto e per tutto dei rettili

    scusami tanto, ma è deviazione “professionale”!

    Vera79

    31-10-2007 at 16:16

  18. Vera, hai perfettamente ragione… mi cospargo il capo di cenere…
    :-((

    MauroPiadi

    31-10-2007 at 20:10


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: