matemauro

Di matematica ma non soltanto…

La depressione: un problema economico o politico?

with 7 comments

Paul Krugman è un economista statunitense; considerato un liberista di scuola keynesiana, è stato insignito del Nobel per l’economia nel 2008. Dal 2000 collabora con il New York Times, per il quale tiene anche un blog, che ogni tanto vado a leggere. L’altroieri ha pubblicato un post che mi pare chiarisca perfettamente qual è il problema dell’attuale situazione socio-economico-politica. Vi raccomando, in particolare, l’ultimo paragrafo. (Cliccare sull’immagine per leggere l’originale; la traduzione e le sottolineature sono mie.)

Il disfattismo della depressione

Un certo numero di persone mi ha chiesto di intervenire sull’articolo di David Brooks di oggi. Spiacenti, non è mia intenzione di rendere pan per focaccia. Fatemi invece solo fare una considerazione più generale.

Ovunque, in questo momento, ci sono persone che asseriscono che i nostri giorni migliori sono passati, che l’economia ha subito una generale perdita di dinamismo, che è irrealistico aspettarsi un rapido ritorno a qualcosa come la piena occupazione. C’era gente che affermava la stessa cosa nel 1930! Poi arrivò la seconda guerra mondiale, la cui conclusione portò a uno stimolo fiscale di dimensioni adeguate, e improvvisamente ci furono abbastanza posti di lavoro, e tutti quei lavoratori non necessari e inutili si sono rivelati molto produttivi, appunto.

In ciò che vediamo intorno a noi non c’è nulla – nulla – che indichi che l’attuale depressione sia qualcosa più che un problema di domanda insufficiente, che potrebbe essere risolto in pochi mesi con le giuste politiche. Il nostro problema non è, in definitiva, economico: è politico, è provocato da una élite che preferisce aggrapparsi ai propri pregiudizi piuttosto che risollevare la nazione.

About these ads

Written by matemauro

29-12-2011 a 12:34

Pubblicato su economia, politica

Taggato con

7 Risposte

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Come ti ho lasciato scritto su twitter ‘depressione’ per me è automaticamente collegato con i problemi dell’anima 8maccia loro ;) )
    Per il momento mi sento molto lontana da questo tipo di vivisezione: La situazione non mi consente abbastanza lucidità.
    Sembra che tutti (loro) abbiamo la giusta soluzione nel cilindro ma i giocolieri sono sempre altri.

    sheraconuninchinopertuttiexnessunoeccettoipresenti)

    sherazade romana

    29-12-2011 at 20:23

  2. La cosa inquietante è che per uscire dalla Depressione degli Anni ’30 ci volle una guerra mondiale… non vorrei che qualcuno cominciasse a pensare che la soluzione all’attuale crisi sia analoga…

    crimson74

    30-12-2011 at 18:11

  3. mi sa che sia abbastanza vero: depressione polita, per quella economica siamo nella fare preparatoria..

    koredititti

    30-12-2011 at 20:57

  4. Quoto Crimson, decisamente.
    La soluzione c’è, ci sarebbe, potrebbe esserci….
    Speriamo solo che non ci voglia davvero una catastrofe per poter poi ripartire.

    Buon anno.

    azalearossa1958

    31-12-2011 at 02:17

  5. Il precedente Governo Berlusconi era un fulgido esempio di questa cosa… Buon Anno Mauro!!!

    donburo

    31-12-2011 at 15:32

  6. Se non fosse che siamo noi “i soliti” molto preoccupati, Sentire il presidente Monti è un piacere perchè essere fuori dalla volgarità e dalla stoletezza cui eramo caduti, di x sè è rassicurante ed aiuta a ben pensare.

    sherasperiamochenoicelacaviamoconunabbraccio

    sherazade

    08-01-2012 at 21:51

  7. Concordo con l’articolo ! Anche secondo me i mass media, guidati da non si sa bene chi, stanno facendo un terrorismo che ci porta a sovrastimare le difficoltà per facilitare maneggi a chi di dovere! Le difficoltà ci sono sempre state, e sempre ci saranno, ma sembra che in un mondo in cui dovremmo essere più smaliziati il plagio politico ed il lavaggio del cervello resti sempre un’arma efficace.
    Purtroppo non si riesce a fare la quadratura dei conti per il malgoverno precedente durante decenni, né si può cambiare la mentalità dei politici trafficoni, che mordono il freno negli attentati ai loro privilegi da parte di questo governo tecnico! Vorrei sempre che ci fossero persone che sanno gestire un Paese e non chi vuole fare i propri sporchi comodo con le nostre tasche. So perfettamente che dovremo fare sacrifici, ma se mi viene assicurato che ci saranno i risultati!

    auguri !

    Renata

    11-01-2012 at 12:09


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: